Il sito ufficiale del calcio europeo

Cristiano Ronaldo dona l'assegno UEFA al CICR

Pubblicato: Mercoledì, 13 febbraio 2013, 16.29CET
Cristiano Ronaldo ha consegnato un assegno da €100.000 ricevuto dalla UEFA al Comitato Internazionale della Croce Rossa prima della sfida tra Real Madrid CF e Manchester United FC

Questo contenuto è trasmesso in streaming in modo tale da risultare protetto e disponibile solo con il formato Flash. Il tuo dispositivo non sembra essere compatibile con il nostro video player Flash.

Pubblicato: Mercoledì, 13 febbraio 2013, 16.29CET

Cristiano Ronaldo dona l'assegno UEFA al CICR

Cristiano Ronaldo ha consegnato un assegno da €100.000 ricevuto dalla UEFA al Comitato Internazionale della Croce Rossa prima della sfida tra Real Madrid CF e Manchester United FC

La UEFA e la stella del Real Madrid CF Cristiano Ronaldo hanno unito le forze per sostenere il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) e il suo progetto di riabilitazione per le vittime delle mine antiuomo in Afghanistan. Anche i lettori di UEFA.com hanno svolto un ruolo importante nella donazione.

Mercoledì sera, l'organo di governo del calcio europeo ha consegnato l'assegno da 100.000 euro a Cristiano Ronaldo, detentore del record di sette inclusioni nella Squadra dell'Anno dei lettori di UEFA.com. Ronaldo ha donato l'assegno al programma di riabilitazione del CICR in Afghanistan.

Ronaldo ha ricevuto l'assegno da Peter Gilliéron, membro del Comitato Esecutivo UEFA, e l'ha donato a Caroline Welch-Ballentine, direttore delle risorse umane del CICR prima dell'inizio della gara di andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League tra Real Madrid e Manchester United FC all'Estadio Santiago Bernabéu.

"La gente che va allo stadio comprando il biglietto ama molto il calcio - ha dichiarato Ronaldo a UEFA.com -. Per questo, è una gioia ricevere un premio che è stato assegnato da così tanti appassionati".

"Per me è un onore partecipare ad attività sociali a favore dei più bisognosi - ha aggiunto il portoghese -. Poter aiutare gli altri mi rende molto felice".

Il 28enne nazionale lusitano, membro della Squadra dell'Anno 2004 e sempre inserito nell'undici ideale dal 2007 in poi, ha ricevuto 255.803 voti individuali, meritando un posto a fianco di Lionel Messi dell'FC Barcelona nell'attacco della Squadra dell'Anno 2012 dei Lettori di UEFA.com.

Nel 2008, Cristiano Ronaldo aveva donato al CICR l'assegno UEFA di 100.000 Franchi svizzeri (63.100 euro) per l'iniziativa Un gol per la Croce Rossa organizzata da UEFA e CICR in qualità di membro della Squadra del 2007 dei Lettori di UEFA .com e di ambasciatore di Un Gol per la Croce Rossa.

"Il CICR è felice di ricevere questo supporto per le attività di riabilitazione fisica in Afghanistan - ha dichiarato Welch-Ballentine a nome del CICR -. Che queste attività e i bisogni di chi ha perso un arto vengano considerati una priorità dalla UEFA e da una stella come Ronaldo è qualcosa che apprezziamo molto".

"Questa somma ci consentirà di aiutare la gente che ha perso un arto a causa delle mine antiuomo in Afghanistan - ha aggiunto Welch-Ballentine -. Ogni mese, 60 persone vengono uccise o mutilate da questi terribili ordigni. Solo l'anno scorso, nei sette centri di riabilitazione in Afghanistan, abbiamo dato arti artificiali a 1.218 pazienti, insegnando loro a camminare di nuovo".

"Il popolo afghano ama molto il calcio. Il pallone gioca un ruolo fondamentale non solo nel calcio, ma anche nel processo di riabilitazione delle vittime di mine antiuomo - ha dichiarato Gilliéron a nome della UEFA -. Vogliamo ringraziare Crstiano Ronaldo per aver passato 'questo pallone' segnando un gol per la Croce Rossa".

Per la Squadra dell'Anno 2012 dai lettori di UEFA.com sono stati inviati oltre 5,3 milioni di voti, un record. L'incremento è stato del 20% rispetto al 2011 e quasi mezzo milione di lettori sono stati coinvolti, superando il record del 2010 di 400.000 utenti e 5 milioni di voti individuali. Circa 50.000 lettori hanno inviato le proprie preferenze attraverso la pagina Twitter ufficiale della UEFA Champions League, un'opzione disponibile per la prima volta.

La UEFA ha avviato la collaborazione con la Croce Rossa nel 1997, sostenendo la campagna contro le mine antiuomo. L'iniziativa congiunta per UEFA EURO 2004, Lasciateci Giocare, era incentrata sulla protezione dei bambini vittime della guerra, mentre a UEFA EURO 2008 la raccolta fondi online Un Gol per la Croce Rossa aveva supportato il programma di riabilitazione per me vittime delle mine antiuomo in Afghanistan e altri progetti della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Il programma di riabilitazione per le vittime delle mine antiuomo in Afghanistan fornisce  arti artificiali, cure fisioterapiche e formazione professionale. Dalla sua nascita nel 1988, il progetto della Croce Rossa ha aiutato oltre 95.000 vittime e disabili.

Ultimo aggiornamento: 09/05/14 6.39CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.comhttp://it.uefa.org/social-responsibility/news/newsid=1918732.html#cristiano+ronaldo+dona+lassegno+uefa+cicr

Approfondimenti UEFA.com

Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • L’APOEL secondo Sheridan
  • McGregor lascia il segno al Celtic
  • Commenti che lasciano il segno
  • Chelsea: Filipe Luís l'erede di Cole
  • Guarda e vota la rovesciata di Mexès
  • Il successo brasiliano è solo l'inizio per la Germania
  • Festa e delirio a Berlino
  • Dall'Under 17 alla gloria
  • La Germania spezza il tabù sudamericano
1 di 10
  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.