Il sito ufficiale del calcio europeo

L'Inter si accende al momento giusto

Pubblicato: Lunedì, 11 febbraio 2013, 0.49CET
Il successo contro il Chievo ha rilanciato le ambizioni nerazzurre per il presente e il futuro: "Siamo tornati a giocare da Inter", ha dichiarato Stramaccioni in una serata da record per capitan Zanetti.
di Fabio Balaudo
L'Inter si accende al momento giusto
Diego Milito ed Esteban Cambiasso ©Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 11 febbraio 2013, 0.49CET

L'Inter si accende al momento giusto

Il successo contro il Chievo ha rilanciato le ambizioni nerazzurre per il presente e il futuro: "Siamo tornati a giocare da Inter", ha dichiarato Stramaccioni in una serata da record per capitan Zanetti.

Dopo le nuvole, un raggio di sole. Nnn è stato facile l'avvio di 2013 per l'FC Internazionale Milano, con un solo successo in campionato in gennaio e un gran numero di prestazioni in chiaroscuro, ma il successo 3-1 sull'AC Chievo Verona ha riportato sprazzi di sereno in casa nerazzurra proprio nel momento giusto, ovvero alla vigilia della ripresa della UEFA Europa League.

Come nella migliore tradizione della casa, la vittoria che ha permesso alla Beneamata di effettuare il controsorpasso sui cugini dell'AC Milan è maturata al termine di un saliscendi emotivo che assai spesso caratterizza le prestazioni di una squadra "pazza" per propria stessa ammissione.

Quando Diego Milito, al rientro dopo uno stop di un mese, ha insaccato il gol del definitivo 3-1 in avvio di ripresa, l'Inter aveva già fallito parecchie occasioni per chiudere i conti e nel finale l'immancabile tentativo del Chievo di tornare in partita ha fatto scorrere un brivido sulla schiena di più di un tifoso nerazzurro.

"Siamo felici per la vittoria e io sono contento anche per il rientro - ha dichiarato l'attaccante a fine gara -. Ora dobbiamo continuare così". E se i tre punti hanno rilanciato la classifica nerazzurra, un po' asfittica nell'ultimo periodo, al fischio finale i motivi per festeggiare non sono mancati nemmeno ad un altro membro del clan argentino dell'Inter.

La sfida, infatti, ha segnato un traguardo importante anche per Javier Zanetti. Il capitano ha collezionato la 596esima presenza in Serie A, agganciando Gianluca Pagliuca e portandosi al secondo posto tra i giocatori con più apparizioni in campionato. Davanti resta solo Paolo Maldini, un altro colosso della Milano calcistica.

"I record sono ancora più belli quando arrivano con una vittoria - ha spiegato l'inossidabile argentino -. Siamo felici per il successo ma ora dobbiamo pensare all'Europa League. Ci teniamo tantissimo e faremo di tutto per arrivare fino in fondo".

L'Inter è tornata a vincere proprio in vista della sfida di giovedì contro il CFR 1907 Cluj, ma il successo ha anche riportato i Nerazzurri a un solo punto dal terzo posto e dalla possibile qualificazione alla prossima UEFA Champions League. Tre punti, dunque, utili per l'Europa del presente e per quella del futuro, come ha sottolineato Andrea Stramaccioni.

"Abbiamo mostrato a tutti la rabbia accumulata nell'ultimo periodo e l'abbiamo messa in campo - ha spiegato il tecnico nerazzurro -. Siamo tornati a giocare da Inter. Ora prepareremo le sfide di Europa League, poi ci ritufferemo sul campionato; dovremo concentrarci su in impegno alla volta e cercare di fare bene".

Riuscirci, ora, forse sarà più facile. Il rientro di Milito e quello di Dejan Stanković, assente da nove mesi per un infortunio al tendine d'Achille e tornato in campo nella ripresa, arricchiranno l'Inter di esperienza preziosa. E se il Triplete  appartiene ormai al passato, il futuro potrebbe regalare altre soddisfazioni.

Ultimo aggiornamento: 11/02/13 9.44CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/news/newsid=1917654.html#linter+accende+momento+giusto

Approfondimenti UEFA.com

Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • L’APOEL secondo Sheridan
  • McGregor lascia il segno al Celtic
  • Commenti che lasciano il segno
  • Chelsea: Filipe Luís l'erede di Cole
  • Guarda e vota la rovesciata di Mexès
  • Il successo brasiliano è solo l'inizio per la Germania
  • Festa e delirio a Berlino
  • Dall'Under 17 alla gloria
  • La Germania spezza il tabù sudamericano
1 di 10
  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.