Il sito ufficiale del calcio europeo

Un esordio da ricordare per Cheryshev

Pubblicato: Mercoledì, 28 novembre 2012, 10.02CET
Martedì, Denis Cheryshev è sceso in campo in Coppa del Re contro l'Alcoyano, diventando il primo giocatore russo a disputare una gara ufficiale con il Real Madrid.
di Paul Bryan
da Madrid
Un esordio da ricordare per Cheryshev
Denis Cheryshev in Coppa del Re contro il CD Alcoyano ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • Brahimi segue le orme di Madjer al Porto
  • L’APOEL secondo Sheridan
  • McGregor lascia il segno al Celtic
  • Commenti che lasciano il segno
  • Chelsea: Filipe Luís l'erede di Cole
  • Guarda e vota la rovesciata di Mexès
  • Il successo brasiliano è solo l'inizio per la Germania
  • Festa e delirio a Berlino
  • Dall'Under 17 alla gloria
  • La Germania spezza il tabù sudamericano
1 di 10
Pubblicato: Mercoledì, 28 novembre 2012, 10.02CET

Un esordio da ricordare per Cheryshev

Martedì, Denis Cheryshev è sceso in campo in Coppa del Re contro l'Alcoyano, diventando il primo giocatore russo a disputare una gara ufficiale con il Real Madrid.

Mentre indossa una maglia con gli autografi dei suoi compagni, Denis Cheryshev fatica a raccontare una "sensazione indescrivibile": essere diventato il primo giocatore russo a disputare una gara ufficiale con il Real Madrid CF.

Sono state sei settimane intense per l'attaccante russo, che dopo aver vinto gli spareggi di qualificazione al Campionato Europeo Under 21 UEFA 2013 contro la Repubblica Ceca ha esordito in nazionale maggiore nel 2-2 in amichevole contro gli Stati Uniti. Martedì, inoltre, Cheryshev ha giocato titolare ai sedicesimi di Coppa del Re contro il CD Alcoyano.



"Aspettavo questo momento fin da quando sono arrivato al Real, a 11 anni - commenta Cheryshev, che adesso ne ha 22 -. È una sensazione indescrivibile, ma sono molto contento e voglio impegnarmi ancor di più per festeggiare altri traguardi come questo".

Cheryshev, sostituito da Ángel Di María al 61', ricorderà per sempre questa occasione ma spera che ce ne siano tante altre. 

"Quando sono uscito dal campo, José Mourinho mi ha abbracciato ed è stato un momento molto emozionante - commenta -. Prima della gara il mister mi aveva detto che aveva fiducia in me, e che stasera dovevo giocare esattamente come nelle giovanili. Voglio continuare così per meritare la sua fiducia. Conserverò per sempre questa maglia perché è autografata da tutti i giocatori".

Prevalentemente mancino, Cheryshev può giocare su entrambe le fasce e ama spingersi in avanti per creare pericoli con il suo potente tiro. L'attaccante è arrivato in Spagna nel 1996 quando il padre Dmitri è passato dall'FC Dinamo Moskva al Real Sporting de Gijón, con cui ha totalizzato 119 presenze in campionato e 35 reti. 



"Denis è un ragazzo ostinato e lotta sempre con le unghie con i denti per dimostrare che merita un posto da titolare - commenta Dmitri -. Ha lavorato molto per arrivare all'esordio e ora deve superare suo padre. È per questo che sarò molto esigente con lui".

Aitor Karanka, assistente allenatore del Real, parla di un "futuro meraviglioso" per Denis, aggiungendo che tutto lo staff è rimasto molto colpito dalla "crescita e dalla maturità" del giocatore nelle giovanili del Real Madrid Castilla, dove ha collezionato 73 presenze e 15 gol.

 
Ultimo aggiornamento: 29/11/12 3.14CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=1899988.html#un+esordio+ricordare+cheryshev

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.