Il sito ufficiale del calcio europeo

Mexès supera il maestro e consigli dall'alto

Pubblicato: Venerdì, 23 novembre 2012, 10.59CET
Il difensore emula l'ex compagno Zlatan Ibrahimović con una strepitosa rovesciata, mentre gli altoparlanti di uno stadio belga prendono vita e danno suggerimenti al portiere. Il meglio della settimana è tutto su UEFA.com.
Mexès supera il maestro e consigli dall'alto
Philippe Mexès (AC Milan) ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

L’APOEL secondo Sheridan
  • L’APOEL secondo Sheridan
  • McGregor lascia il segno al Celtic
  • Commenti che lasciano il segno
  • Chelsea: Filipe Luís l'erede di Cole
  • Guarda e vota la rovesciata di Mexès
  • Il successo brasiliano è solo l'inizio per la Germania
  • Festa e delirio a Berlino
  • Dall'Under 17 alla gloria
  • La Germania spezza il tabù sudamericano
  • 1960: prima fase finale in Francia
1 di 10
Pubblicato: Venerdì, 23 novembre 2012, 10.59CET

Mexès supera il maestro e consigli dall'alto

Il difensore emula l'ex compagno Zlatan Ibrahimović con una strepitosa rovesciata, mentre gli altoparlanti di uno stadio belga prendono vita e danno suggerimenti al portiere. Il meglio della settimana è tutto su UEFA.com.

Gol: Philippe Mexès (AC Milan)
Zlatan chi? Anche se Mexès è tutt'altro che un bomber (non segnava da marzo 2011), il suo gol di mercoledì contro l'RSC Anderlecht ha ricordato molto quello realizzato da Ibrahimović la scorsa settimana contro l'Inghilterra. Dopo aver controllato il pallone di petto a 20 metri dalla porta, il nazionale francese si è esibito in una splendida rovesciata che si è insaccata nell'angolo più lontano scavalcando il portiere. A differenza di Ibrahimović, il portiere era tra i pali e poi ovviamente, Mexès è un difensore centrale. "Non credo che Mexès segnerà un altro gol del genere in vita sua", ha commentato il centrocampista Sacha Kljestan dell'Anderlecht. In realtà non tanti ci giocatori ci riusciranno.

Squadra: VfB Stuttgart
Dopo la vittoria nel finesettimana contro il VfL Borussia Mönchengladbach, lo Stoccarda si è imposto 5-1 contro l'FC Steaua Bucureşti in UEFA Europa League. In vantaggio di quattro gol dopo 31 minuti, la squadra di Bruno Labbadia ha inflitto alla capolista del Gruppo E la sua sconfitta casalinga più pesante nelle competizioni UEFA. L'SC Freiburg, prossimo avversario dello Stoccarda in Bundesliga, è avvisato.

Giocatore: Rui Pedro (CFR 1907 Cluj)
Il portoghese, poco noto fino alla gara di UEFA Champions League contro l'SC Braga, si è messo in luce con una tripletta vincente. Il 24enne centrocampista non aveva mai segnato nelle competizioni UEFA e ha dichiarato: "Sono stato votato migliore in campo e sono diventato il primo giocatore a segnare una tripletta per una squadra rumena nella fase a gironi. E' una serata magnifica".

Numeri: 13 e 16
Ovvero, gli anni consecutivi in cui Arsenal FC e Real Madrid CF si sono qualificate agli ottavi di finale di UEFA Champions League. Le Merengues ci sono riuscite mercoledì con l'1-1 contro il Manchester City FC, ma hanno dovuto rinunciare al primo posto, anche se José Mourinho non sembra così preoccupato. "Le due volte in cui sono arrivato secondo nel girone, poi ho vinto la Champions", ha commentato il tecnico portoghese. Il 2-0 sul Montpellier Hérault SC ha regalato all'Arsenal la 13esima qualificazione consecutiva, orchestrata come sempre da un "orgogliosissimo" Arsène Wenger.

La frase:
"Nessuno credeva che avremmo fermato i minatori, tranne noi ovviamente. Bisogna sempre crederci, e l'Arsenal ha sorpreso tutta l'Ucraina".
Alexander Kobakhidze, autore del secondo gol dell'FC Arsenal Kyiv nel 2-0 sull'FC Shakhtar Donetsk, parla del successo che ha posto fine alla striscia di 24 vittorie consecutive dei campioni di Ucraina.

Un nuovo azionista: 'Snoop Dogg' (Celtic FC)
Il rapper americano non è famoso solo per i suoi eccessi, ma anche perché è amico di David Beckham. Questa settimana, ha addirittura rivelato di voler acquistare quote del Celtic FC e di voler portare a Glasgow l'ex Los Angeles Galaxy. "Il calcio mi interessa molto", avrebbe dichiarato Snoop Dogg al settimanale scozzese Sunday Mail. Nel 2005, l'artista era stato fotografato con una maglia del Celtic.

"Ho chiesto a David cosa ne pensasse e forse vale la pena provarci. Dovrei almeno fargli un'offerta. Quando possiamo pranziamo insieme, quindi la prossima volta glielo proporrò. Mai dire mai". Dogg, che ha promesso di dare "un tocco di Snoop" al Celtic, condivide la passione per il calcio con il collega Jay-Z.

Tributo: Gaetano Scirea
È stata una settimana speciale per la Juventus. Martedì, i Bianconeri hanno battuto il Chelsea per FC 3-0, mentre il giorno successivo hanno cambiato l'indirizzo ufficiale dello Juventus Stadium da Corso Grande Torino a Corso Gaetano Scirea, in onore del leggendario difensore. Scomparso tragicamente in un incidente d'auto nel 1989, il libero ha vinto la Coppa del Mondo 1982, una Coppa dei Campioni, una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA e sette Scudetti, più altri titoli.

"È stato un vero campione ed è arrivato in cima al mondo sia con la nazionale che con la Juventus, ma oggi ci manca come uomo perché è stato di grande esempio per tutti", ha commentato il presidente Andrea Agnelli durante la cerimonia, alla quale hanno partecipato anche Gianluigi Buffon e Giampiero Boniperti.

Speaker da stadio: Christian Provnier (RES Acrenoise)
Fare l'annunciatore in quinta divisione belga non è il lavoro più entusiasmante del mondo. Leggere le formazioni e avvisare i tifosi che "c'è da spostare una macchina" potrebbe avere poco a che fare con il calcio giocato, ma non ditelo a Christian Provnier.

Domenica, contro l'Acrenoise, l'R. Wallonia Walhain Chaumont-Gistoux ha conquistato un calcio di rigore, ma quando Cédric Schauwers ha messo il pallone sul dischetto gli altoparlanti hanno preso vita. "Jo, main gauche" (Jo, buttati a sinistra!) ha gridato Provnier, che è anche un osservatore del club. Il portiere Jonathan Duquene gli ha dato fiducia e ha parato, permettendo all'Acren di difendere il 2-2...

Addio: Råsundastadion
Giovedì, AIK ed SSC Napoli hanno giocato l'ultima gara al Råsundastadion, che per 75 anni ha ospitato le partite della nazionale. La Svezia ha calcato questo terreno di gioco l'ultima volta ad agosto contro il Brasile e si è quindi trasferita alla Friends Arena di Solna, dove Ibrahimović ha segnato lo spettacolare gol in rovesciata contro l'Inghilterra. Presto la nazionale verrà raggiunta dall'AIK, che ha giocato l'ultima gara di campionato nel vecchio impianto il 4 novembre contro il Malmö FF.

"Il Råsunda significa molto per tutti i giocatori dell'AIK, me compreso - ha commentato il centrocampista Daniel Tjernström -. Allo stesso tempo, ci serviva uno stadio più moderno. Era necessario, ma devo ammettere che c'è un po' di malinconia".

Ultimo aggiornamento: 23/11/12 15.05CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=1898396.html#mexes+supera+maestro+consigli+dallalto

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.