Il sito ufficiale del calcio europeo

Dolcetto o scherzetto?

Pubblicato: Giovedì, 1 novembre 2012, 15.01CET
Record superati, rimonte impossibili e un presidente modesto alla sua millesima partita sono tra gli eventi più interessanti della settimana appena passata: UEFA.com ve li presenta.
Dolcetto o scherzetto?
Sidney Sam dopo il gol contro il Bayern ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Protagonisti sulle due sponde del Naviglio
  • Protagonisti sulle due sponde del Naviglio
  • Le invincibili: le squadre europee ancora imbattute
  • Gli allenatori più famosi della UEFA Youth League
  • Dieci cose che non sapete sulla Dinamo Mosca
  • Germania - Spagna: le sfide a EURO
  • Il meglio della Settimana del Calcio
  • St-Étienne riabbraccia il suo stadio
  • Vento dell'est: il meglio della quarta giornata
  • La grande storia dell'Helsinki
  • Tutte le meraviglie del Celtic
1 di 10
Pubblicato: Giovedì, 1 novembre 2012, 15.01CET

Dolcetto o scherzetto?

Record superati, rimonte impossibili e un presidente modesto alla sua millesima partita sono tra gli eventi più interessanti della settimana appena passata: UEFA.com ve li presenta.

Giocatore: Anja Mittag (WFC Malmö) e Conny Pohlers (VfL Wolfsburg)
Raúl González e Filippo Inzaghi hanno a lungo duellato per il titolo di miglior marcatore nelle competizioni UEFA e ora qualcosa di simile sta succedendo nel calcio femminile. Mittag e Pohlers erano compagne all'1. FFC Turbine Potsdam quando hanno vinto la UEFA Women's Cup nel 2005; dopo cinque anni entrambe hanno iniziato la settimana portandosi a un gol dal record di Hanna Ljungberg nelle competizioni femminili UEFA - 39 reti. Mercoledì, Mittag ha segnato al secondo minuto dando al Malmö la vittoria 1-0 nell'andata degli ottavi di UEFA Women's Champions League contro l'ASD Torres CF; poi Pohlers ha trovato la rete nella gara vinta dal Wolfsburg contro il Røa IL 24 ore dopo. Le due giocatrici saranno nuovamente in campo mercoledì, e con il Wolfsburg impegnato per primo, Pohlers potrebbe essere la prima ad alzare la posta.

Squadra: Antalyaspor
Vincendo 3-1 allo stadio Şükrü Saracoğlu lo scorso fine settimana, la squadra turca ha interrotto l'imbattibilità casalinga del Fenerbahçe SK (che durava da 47 partite di campionato) e ha raggiunto il Galatasaray AŞ capolista a quota 18 punti. Il principale artefice di questo successo è il 46enne allenatore Mehmet Özdilek, che dopo aver assistito Bobby Robson al Newcastle United FC e Sir Alex Ferguson al Manchester United FC è stato ingaggiato dall'Antalyaspor nel 2008/09.

Gol: Sidney Sam (Bayer 04 Leverkusen)
Anche se il gol dell'esterno del Leverkusen non è stato il più spettacolare, è stato certamente il più decisivo, perché ha decretato la prima sconfitta dell'FC Bayern München dopo otto vittorie consecutive. La squadra bavarese si è arresa 2-1 in casa, pareggiando con Stefan Kiessling dopo il vantaggio di Mario Mandžukić, ma il colpo di testa di Sidney Sam con deviazione di Jérôme Boateng a 3' dal termine le è stato fatale.

La frase
"Si è già guadagnato le vacanze di Natale, ma se arriva 10 gol gli pagherò un tour dei Caraibi".
Il capitano del Milan, Massimo Ambrosini, elogia Stephan El Shaarawy dopo il settimo gol stagionale dell'attaccante, che ha permesso a rossoneri di pareggiare 2-2 contro l'US Città di Palermo. 

Numero: 1000
Nel calcio, le coincidenze bizzarre sono all'ordine del giorno. Lo sa bene Jorge Nuno Pinto da Costa, che il 24 aprile 1982 è diventato presidente dell'FC Porto e questa settimana ha festeggiato la sua 1000esima partita da patron del club. Trent'anni fa, la prima gara alla quale ha assistito è stata quella contro il GD Estoril-Praia (1-1): esattamente come domenica, anche se il Porto ha vinto 2-1. Pinto da Costa ha così battezzato la vittoria numero 724, con appena 92 sconfitte e ben 57 trofei vinti. "Non cercavo il record, né avevo idea che fosse la millesima partita - ha commentato il presidente, 74 anni -. È stata una coincidenza interessante".

Super rimonta 1: Arsenal FC
"Non è stato un punteggio da calcio, ma da hockey", aveva dichiarato Jose Mourinho nel 2004 dopo un 5-4 dell'Arsenal sul Tottenham Hotspur FC. Chissà cosa avrà detto martedì, quando i Gunners hanno battuto il Reading FC per 7-5 ai supplementari al quarto turno di Coppa di Lega. L'Arsenal, sotto di quattro gol dopo 36 minuti, ha pareggiato nel recupero del secondo tempo e ha addirittura vinto grazie a una tripletta di Theo Walcott. "Dalle stalle alle stelle!", ha dichiarato Arsène Wenger dopo la partita. La squadra londinese è la prima nella storia della Coppa di Lega ad aver segnato almeno sei gol in due partite consecutive (dopo il 6-1 sul Coventry City FC), mentre il Reading è la prima in tutte le coppe inglesi ad aver perso dopo cinque gol segnati.

Super rimonta 2: NK Zadar
Ma quella dell'Arsenal non è stata l'unica impresa, perché il 17enne Stipe Perica ne ha compita una simile ai quarti di finale di Coppa di Croazia. In svantaggio per 2-0 contro il GNK Zagreb a 7' dal termine, il giovane ha segnato due gol in 3' e ha riportato lo Zadar in parità, mentre Josip Ivančić ha siglato il gol della vittoria a 8' dalla fine dei supplementari. "Dopo la partita non sono riuscito a dormire - ha dichiarato Perica -. A scuola, invece, non ho seguito perché mi sono messo a leggere tutti gli articoli su Internet!".

Affari di famiglia: Urby Emanuelson
Domenica, il Feyenoord ha pareggiato 2-2 in casa contro l'AFC Ajax e tra i marcatori c'è stato l'esordiente Jean-Paul Boëtius. La classica d'Olanda era imperdibile per il milanista Urby Emanuelson, che subito dopo l'allenamento è corso a casa a guardare la partita. "Vedere Jean-Paul titolare è stata una bella sorpresa - ha commentato l'ex giocatore dell'Ajax -. Tre anni fa, mia madre mi disse che un mio nipote era stato acquistato dal Feyenoord. Lei era in aereo e io non potuto controllare che fosse lui, ma a giudicare dal nome e dal fatto che giocasse al Feyenoord ero sicuro al 99%", ha commentato il centrocampista, che come Boëtius ha esordito con Ronald Koeman (nell'Ajax, stagione 2004/05).

Oltre i confini
Lo scorso fine settimana, per la prima volta, una squadra rumena ha soggiornato in un altro paese prima di una partita di campionato. Normalmente, l'FC Astra gioca a Giurgiu, città sul Danubio a 60 kilometri da Bucarest e al confine con la Bulgaria. Prima della partita contro il CSMS Iași, però, il consueto hotel della squadra ospitava una grande festa di matrimonio, mentre il secondo hotel della città era occupato dalla squadra in trasferta. Invece che andare a Bucarest, l'Astra ha scelto di pernottare in Bulgaria a Ruse, oltre il Danubio e a soli 15 kilometri dallo stadio. Il "viaggio" non ha assolutamente inciso sulle prestazioni dell'Astra, che alla fine si è imposto 1-0.

Juve da paura
I giocatori della Juventus hanno festeggiato Halloween postando alcune foto su Facebook e Twitter travestiti da personaggi dell'orrore. Andrea Pirlo ha interpretato Joker, Arturo Vidal ha preferito Hannibal Lecter e Gianluigi Buffon ha indossato i guanti uncinati di Freddy Krueger, mentre Lucio si è perfettamente calato nella parte di Terminator. Il protagonista assoluto, però, è stato Paul Pogba, che oltre ad aver impersonato Darth Maul ha segnato un gol della vittoria da brivido contro il Bologna FC nei minuti di recupero.

Ultimo aggiornamento: 02/11/12 13.31CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=1885789.html#dolcetto+scherzetto

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.