Il sito ufficiale del calcio europeo

1993/94 AC Milan - FC Barcelona 4-0: Cronaca

Pubblicato: Giovedì, 26 agosto 2010, 15.05CET
"Siamo stati perfetti". Fabio Capello

rate galleryrate photo
1/0
counter
  • loading...

Approfondimenti UEFA.com

La UEFA e le Nazioni Unite organizzano la Partita per la Solidarietà
  • La UEFA e le Nazioni Unite organizzano la Partita per la Solidarietà
  • Sanzioni FFP 2016/17 ridistribuite ai club
  • ‘Quando gioco a calcio mi sento uguale a tutti gli altri’
  • Il presidente UEFA si unisce al progetto 'Common Goal'
  • #EqualGame: il Napoli e Kalidou Koulibaly contro la discriminazione
  • Il programma del meeting del Comitato Esecutivo UEFA a Nyon
  • È uscito UEFA Direct n. 172: speciale UEFA Nations League
  • "Tutti devono poter giocare'': la giovane Zehra sostiene #EqualGame
  • Ottavi di finale, sfide storiche
  • L'era Lippi: la Juve più forte di sempre?
1 di 10
Pubblicato: Giovedì, 26 agosto 2010, 15.05CET

1993/94 AC Milan - FC Barcelona 4-0: Cronaca

"Siamo stati perfetti". Fabio Capello

Per la prima volta nella sua storia, l'AC Milan arriva alla finale di Coppa dei Campioni come sfavorito, a causa delle squalifiche in difesa e del grande pericolo rappresentato dall'FC Barcelona. Tuttavia, Fabio Capello non si lascia intimorire e decide di rispondere all'attacco con l'attacco. Due reti di Daniele Massaro portano in vantaggio i rossoneri, che dilagano con uno splendido pallonetto di Dejan Savićević e una rete di Marcel Desailly.

"Della partita mi rimarranno tre cose - commenta Massaro dopo la gara -. I due gol e la maglia di Hristo Stoichkov, che per me è un idolo". Rispetto, e non paura, è la parola d'ordine ad Atene e, con Demetrio Albertini a tessere la trama a metà campo, i rossoneri si lanciano in avanti fin dall'inizio. Dopo un gol annullato a Christian Panucci, Savićević si libera di Josep Guardiola e crossa sul secondo palo, dove Massaro si fa trovare pronto e realizza.

Massaro raddoppia allo scadere del primo tempo. La formazione del presuntuoso Johan Cruyff capisce che non è giornata nella ripresa: su una palla lunga, Sergi Barjuán viene anticipato da Savićević, che sorprende tutti e beffa Andoni Zubizarreta dalla distanza. Il Genio sfiora il secondo gol personale ma colpisce un palo, ma al quarto d'ora Desailly si inserisce in area e insacca all'incrocio.

Ad alzare la coppa è Mauro Tassotti, capitano al posto di Franco Baresi (squalificato insieme ad Alessandro Costacurta). Dopo la sconfitta dell'anno precedente contro l'Olympique de Marseille, il Milan vince scudetto e Coppa dei Campioni nella stessa stagione per la prima volta. Capello non può fare altro che commentare: "Questa è la perfezione".

Ultimo aggiornamento: 08/12/13 5.57CET

Informazioni collegate

Profili squadre
Partita collegata

http://it.uefa.com/news/newsid=1519122.html#199394+ac+milan+fc+barcelona+cronaca