Il sito ufficiale del calcio europeo

Sorpresa Beşiktaş in Turchia

Pubblicato: Giovedì, 24 gennaio 2013, 11.21CET
Poco considerate alla vigilia del campionato, le Aquile Nere sono seconde in vista del derby di domenica contro il Galatasaray grazie alla scelta coraggiosa di puntare su giovani di talento e motivati.
di Türker Tozar
da Istanbul
Sorpresa Beşiktaş in Turchia
Samet Aybaba sta modellando il Beşiktaş ©Beşiktaş JK
Pubblicato: Giovedì, 24 gennaio 2013, 11.21CET

Sorpresa Beşiktaş in Turchia

Poco considerate alla vigilia del campionato, le Aquile Nere sono seconde in vista del derby di domenica contro il Galatasaray grazie alla scelta coraggiosa di puntare su giovani di talento e motivati.

I pronostici della vigilia indicavano il Beşiktaş JK come la squadra meno accreditata tra le tre grandi di Istanbul nella lotta al titolo.

Grazie alla politica di austerità economica intrapresa dalla nuova dirigenza e alla scelta del tecnico Samet Aybaba di puntare sui giovani, le Aquile Nere hanno sovvertito i pronostici. Quarto lo scorso anno, il Beşiktaş arriva al derby di domenica contro il Galatasaray AŞ a due punti dalla capolista, con un'imbattibilità che dura da 11 partite e con il migliore attacco grazie ai 40 gol realizzati.

Il nuovo corso è iniziato a marzo con l'elezione a presidente di Fikret Orman, che ha subito affrontato il problema dei debiti ingenti del club. Si è subito provveduto alla cessione di Fabian Ernst, Egemen Korkmaz, Simão Sabrosa e Ricardo Quaresma, i cui ingaggi erano particolarmente onerosi. Alcuni calciatori hanno accettato una riduzione dello stipendio. Inoltre, sono stati acquistati otto calciatori in estate, per una spesa complessiva di 1,8 milioni di euro.

"Al centro dei nostri colloqui abbiamo messo lo spirito di squadra e il fatto che la presenza di giocatori costosi in rosa non garantisce il successo - ha dichiarato il direttore sportivo Semih Usta -. Questo arriva soltanto con calciatori che credono nella squadra”.

Il club è tornato alle origini ingaggiando Aybaba, ex libero del Beşiktaş e capitano negli anni '80, oltre che tecnico rinomato per scovare e valorizzare i giovani talenti. Il risultato è stato un mix entusiasmante di gioventù ed esperienza. "Abbiamo giovani che hanno bisogno di tempo ed esperienza - ha dichiarato Aybaba -. Dobbiamo fare in modo che ogni anno almeno uno o due calciatori vengano promossi in prima squadra. Per la Turchia è una novità, ma dobbiamo farcela”.

"Siamo di esempio per le altre squadre - ha spiegato Usta -. Si sta comprendendo che si può vincere senza spendere cifre esorbitanti. Abbiamo stilato i nostri piani a breve e lungo termine e vogliamo che il Beşiktaş diventi un club molto attento al settore giovanile, alle infrastrutture e allo scouting”.
Diversamente dai rivali cittadini, il Beşiktaş non puntava apertamente al titolo, e questo gli ha permesso di andare avanti per la propria strada senza grosse pressioni, approfittando dei passi falsi degli avversari.

Gli assist e la classe del centrocampista Manuel Fernandes e i gol di Hugo Almeida e Filip Hološko sono stati fondamentali nel cammino del Beşiktaş. Degne di nota sono anche le prestazioni di Olcay Şahan, ala sinistra di 25 anni, e di Oğuzhan Özyakup, centrocampista offensivo di 20 anni, arrivati in estate rispettivamente da 1. FC Kaiserslautern e Arsenal FC.

L'unica statistica negativa, che potrebbe minarne la corsa al titolo, è quella legata al numero di volte in cui ha mantenuto inviolata la propria porta: tre su 18 giornate di campionato. "Abbiamo puntato sui giovani e rinforzato la rosa con acquisti mirati e calciatori svincolati”, ha aggiunto Aybaba, vincitore di due campionati negli 11 anni trascorsi come calciatore del Beşiktaş.

"Soprattutto, abbiamo puntato su calciatori che nutrono una sincera passione per il club e mettono il successo sportivo al primo posto. Non ho mai considerato la possibilità di restare lontani dal vertice. L'attuale secondo posto non mi sorprende”.

Riuscirà il Beşiktaş a proseguire la sua ascesa e a chiudere davanti a tutti per la prima volta dal 2009? "Mi aspetto una seconda parte di campionato avvincente. Se i ragazzi avranno la stessa convinzione mostrata nel girone d'andata, le cose andranno anche meglio”, ha concluso Aybaba, vincitore della Coppa di Turchia con Gençlerbirliği SK e Trabzonspor AŞ rispettivamente nel 2001 e 2003.


Ultimo aggiornamento: 24/01/13 18.32CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=tur/news/newsid=1913646.html#sorpresa+besiktas+turchia

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.