Il sito ufficiale del calcio europeo

Ragini vede un futuro roseo per San Marino

Pubblicato: lunedì, 27 ottobre 2008, 6.00CET
Il preparatore dei portieri della piccola repubblica trae conforto dalle buone prestazioni nelle recenti gare di qualificazione al Mondiale FIFA 2010 giocate contro Polonia e Slovacchia: "il calcio sta crescendo".
di Elia Gorini
Ragini vede un futuro roseo per San Marino
Marco Ragini lavora sia con il Bellinzona che con la nazionale di San Marino ©AC Bellinzona
Pubblicato: lunedì, 27 ottobre 2008, 6.00CET

Ragini vede un futuro roseo per San Marino

Il preparatore dei portieri della piccola repubblica trae conforto dalle buone prestazioni nelle recenti gare di qualificazione al Mondiale FIFA 2010 giocate contro Polonia e Slovacchia: "il calcio sta crescendo".

Quando il 14 novembre del 1990 la nazionale sammarinese debuttava contro la Svizzera, nella prima gara di  qualificazione ai Campionati Europei, Marco Ragini era poco più che ventenne. A distanza di quasi diciotto anni da quella storica partita, c’è ancora la Svizzera nella vita sportiva di un sammarinese.

Ambizione
Marco Ragini da San Marino è dalla stagione 2007/2008 il preparatore dei portieri del Bellinzona, squadra che oggi è impegnata nella Super League.
A spiegare a uefa.com cosa ci faccia un sammarinese nel massimo campionato svizzero è lo stesso tecnico: “L’ambizione di imparare e di crescere professionalmente sono state motivazioni che mi hanno spinto a compiere questo grande passo”.

Grandi risultati
Marco Ragini è arrivato a Bellinzona quando la squadra era nella Challenge League ( la serie B svizzera), dopo un anno è arrivata la promozione che mancava da oltre un ventennio: “Le cose sono andate tutte molto bene. Grazie al secondo posto in campionato abbiamo avuto accesso allo spareggio contro il San Gallo ”, poi aggiunge “E’ stato fantastico vincere e conquistare così una meritata promozione”. Una stagione esaltante anche in Coppa di Svizzera con la finale giocata contro il Basilea. Un risultato che ha spalancato alla squadra ticinese le porte dell’Europa: “Era dal 1969 che il Bellinzona non disputava una finale di Swisscom Cup. Nonostante la sconfitta è stato un traguardo importante visto che la vittoria del Basilea in Super League ci ha permesso di partecipare al preliminare di coppa Uefa”. 

Corso
Un traguardo storico per Marco Ragini , capace con il Bellinzona di superare primo e secondo turno preliminare e poi fermarsi al primo turno solo contro il Galatasaray. Risultati che sono entrati nella storia del club rossocrociato, così come ha fatto Marco Ragini che oltre a essere il primo tecnico sammarinese a passare il turno nelle coppe europee, ora occupa anche il ruolo di vice allenatore: “Ci sono grande fiducia e rispetto. Tanto che la società ha voluto che fossi proprio io a prendere parte a un corso di alto livello per preparatori dei portieri”. Un’altra opportunità di crescita che Marco Ragini non si è lasciato scappare, come confermato dal risultato ottenuto: il migliore con il massimo del punteggio.

Nazionale
Il legame con la Repubblica di San Marino resta comunque sempre molto forte grazie al calcio e alla nazionale sammarinese, della quale è il preparatore dei portieri: “Per me è un onore far parte dello staff tecnico della nazionale del mio Paese”, poi sottolinea: “Sono sicuro di togliermi prima o poi una soddisfazione. Nelle due partite casalinghe contro Polonia e Slovacchia ci siamo andati vicini, dimostrando comunque, che il nostro calcio sta crescendo”. Ci sono parole anche per il capitano Andy Selva reduce dal brutto infortunio contro l’Irlanda del Nord che lo terrà lontano dai campi per diversi mesi: “ Andy è un giocatore troppo importante per questa nazionale e per i suoi giocatori. Non solo per le sue grandi doti tecniche, ma anche per la professionalità e l’esempio che è per i compagni”. 

Solo calcio
Passato e futuro di Marco Ragini coincidono di certo su una cosa: il calcio. “Ho investito tantissimi su me stesso con l’unico scopo di dedicarmi completamente a questo sport. La mia vuole essere un’ambizione sana, per cercare di migliorare ancora e raggiungere buoni risultati”. Pensieri chiari e diretti di chi non teme di mettersi in gioco, sicuri e precisi come gli interventi, che pretende dai portieri che allena.

Ultimo aggiornamento: 27/10/08 12.38CET

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=767206.html#ragini+vede+futuro+roseo+san+marino