Il sito ufficiale del calcio europeo

Lokomotiv sul binario giusto con Bilić

Pubblicato: Mercoledì, 9 gennaio 2013, 10.40CET
Slaven Bilić sta riportando entusiasmo a una Lokomotiv Mosca che colleziona delusioni ormai da anni, ma l'ex capitano Sergei Gurenko spiega a UEFA.com che forse è ancora troppo presto per parlare di Europa.
di Dmitri Rogovitski
da Mosca
Lokomotiv sul binario giusto con Bilić
Felipe Caicedo, Dame N'Doye, Slaven Bilić e Reto Ziegler esultano ©Getty Images
Pubblicato: Mercoledì, 9 gennaio 2013, 10.40CET

Lokomotiv sul binario giusto con Bilić

Slaven Bilić sta riportando entusiasmo a una Lokomotiv Mosca che colleziona delusioni ormai da anni, ma l'ex capitano Sergei Gurenko spiega a UEFA.com che forse è ancora troppo presto per parlare di Europa.

Ottava in campionato alla pausa invernale, sulla carta non è cambiato molto per l’FC Lokomotiv Moskva, che ha terminato la scorsa stagione nella stessa posizione in classifica.

Anche se i risultati non sono migliorati, l’arrivo di Slaven Bilić – che aveva da poco guidato la Croazia a UEFA EURO 2012 – ha riportato vitalità a un club che non vince il campionato in Russia dal 2004. Del resto il quarto posto è solo a un punto.

"Quando sono arrivato abbiamo scritto un progetto, e l’obiettivo finale era quello di vincere il campionato”, ha detto Bilić. “Per questa stagione l’obiettivo è invece qualificarci per l’Europa, quindi finire tra le prime cinque. Se avremo una chance di ottenere di più - vincere il campionato o qualificarci per la UEFA Champions League – faremo di tutto per sfruttarla".

Parole decise, ma anche impegnative. "E’ impossibile creare una squadra dal niente in sei mesi – ha detto Sergei Gurenko a UEFA.com – Sarei felice se la Loko si qualificasse per l’Europa ma non sarei sorpreso se dovesse finire sotto l’ottava posizione. Però Bilić ha fatto il possibile. A prescindere dai risultati dovrebbero almeno confermarlo fino a fine anno".

Gurenko, ex capitano della nazionale bielorussa ora 40enne, ha visto Bilic rifondare la squadra con gli acquisti di Vedran Ćorluka, Reto Ziegler, Aleksandr Samedov e Dame N'Doye. "Nessuno dei nuovi si è comportato male – ha detto l’ex giocatore dell’AS Roma -. Ćorluka è un ottimo difensore,  N'Doye è migliorato in attacco, ma è ancora presto per trarre delle conclusioni. Non è facile assemblare una squadra con tanti volti nuovi".

Gurenko vede ancora punti deboli. "C’è bisogno di un difensore centrale che possa giocare insieme a Ćorluka, adesso subiscono troppi gol in area di rigore – ha spiegato -. Denis Glushakov è molto forte a centrocampo e sta crescendo. Ma la squadra ha bisogno di un vero maestro in quel settore, di un Andrea Pirlo".

Giocatori del genere non sono certamente facili da ingaggiare ma Bilić spera comunque di andare nella giusta direzione: "Siamo cresciuti sotto molto aspetti: giochiamo più compatti, più calmi senza il pallone e con più idee – ma in generale sono molo soddisfatto con il carattere di questa squadra”.

Ultimo aggiornamento: 09/01/13 14.37CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=cro/news/newsid=1910801.html#lokomotiv+binario+giusto+bilic

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.