Il sito ufficiale del calcio europeo

La Juve cala il poker e allunga sulla Lazio

Pubblicato: Sabato, 19 gennaio 2013, 19.35CET
Trascinati dalla doppietta di Pogba, i Bianconeri tornano al successo contro l’Udinese, battuta 4-0: di Vučinić e Matri gli altri due gol. I Biancocelesti pareggiano 2-2 a Palermo e il distacco dalla vetta aumenta a cinque punti.
La Juve cala il poker e allunga sulla Lazio
Paul Pogba e Mirko Vučinić festeggiano: con due gol del francese e uno del montenegrino, la Juventus è tornata al successo contro l'Udinese Calcio, battuta 4-0 ©AFP/Getty Images
Pubblicato: Sabato, 19 gennaio 2013, 19.35CET

La Juve cala il poker e allunga sulla Lazio

Trascinati dalla doppietta di Pogba, i Bianconeri tornano al successo contro l’Udinese, battuta 4-0: di Vučinić e Matri gli altri due gol. I Biancocelesti pareggiano 2-2 a Palermo e il distacco dalla vetta aumenta a cinque punti.

Dopo aver racimolato un punto nelle ultime due partite, la Juventus festeggia il ritorno alla vittoria in campionato. Nell’anticipo serale della 21esima giornata, la seconda del girone di ritorno, i Bianconeri travolgono 4-0 l’Udinese Calcio con un’ottima prestazione che rappresenta probabilmente la definitiva consacrazione per Paul Pogba, che spiana la strada ai campioni d’Italia con una doppietta. La squadra di Antonio Conte aumenta inoltre il vantaggio sulla S.S. Lazio seconda in classifica – che domenica potrebbe scavalcata o raggiunta dall’SSC Napoli – che dopo quattro vittorie consecutive pareggia 2-2 sul campo dell’US Città di Palermo, grazie a un rigore trasformato da Hernanes a sei minuti dalla fine: i Biancocelesti scivolano così a cinque punti dalla vetta.

La Juventus inizia subito forte, ma deve fare i conti con Daniele Padelli, bravissimo prima su Arturo Vidal e poi su Emanuele Giaccherini; un colpo di testa di Leonardo Bonucci, poi, termina di poco alto sopra la traversa. Al 41’, però, i Bianconeri passano. Pogba controlla un rinvio di testa della difesa dei Friulani e scaglia una botta di collo esterno da oltre 30 metri, che non lascia scampo al portiere avversario. Lo stadio e i tifosi di casa esplodono.

La squadra di Francesco Guidolin crea un pericolo con Luis Muriel, dalla parte opposta si fa vedere ancora Giaccherini. Al 66’, però, arriva il raddoppio. Lo firma ancora Pogba, centrocampista francese di 19 anni prelevato in estate dal Manchester United FC, che scarica un’altra bordata dalla distanza su cui Padelli non può nulla. E’ la prodezza che "spacca" la partita, visto che poco dopo arrivano il terzo gol di Mirko Vučinić (72’) e il gol di Alessandro Matri (80’), in campo a gara iniziata al posto di Sebastian Giovinco.

La squadra di Conte riprende la marcia e sale a quota 48, a +5 sul secondo posto in attesa della sfida tra ACF Fiorentina e Napoli in programma domenica all’ora di pranzo. L’Udinese di Guidolin cade invece dopo sei risultati utili di fila in campionato.

Al Renzo Barbera la partita si mette subito sui binari ideali per la Lazio. Dodo dieci minuti un lancio telecomandato di Cristian Ledesma pesca Sergio Floccari in area, che di testa batte Samir Ujkani con una traiettoria perfetta. Per l’attaccante è il secondo gol consecutivo, il numero 55 in serie A. La squadra di Gian Piero Gasperini reagisce e va vicinissima al pareggio con Fabrizio Miccoli, che trova sulla sua strada un grande Federico Marchetti. Poi, dopo le proteste dei padroni di casa per un intervento in area di Giuseppe Biava su Egidio Arévalo Ríos, è Ujkani a salvare la sua porta con un intervento su Hernanes.

Nella ripresa viene annullato un gol a Floccari per fuorigioco, ma nel giro di un minuto i padroni di casa ribaltano il risultato. Al 70’ un cross basso dalla sinistra di Andrea Dossena attraversa tutta l’area della Lazio, sul secondo palo sbuca Ríos che non ha difficoltà a superare Marchetti. I Biancocelesti accusano il colpo, perché dopo un giro di lancette il Palermo perfeziona la rimonta: la sponda di Miccoli per Paulo Dybala è ottima, l’attaccante argentino con un tiro in spaccata batte ancora il portiere avversario.

Petković non ci sta, getta nella mischia prima Antonio Candreva e poi Libor Kozák. E la sua audacia è premiata. A sei minuti dalla fine una finta a rientrare in area di Floccari inganna Ezequiel Muñoz, che stende l’attaccante: l’arbitro assegna il rigore, dal dischetto Hernanes trasforma con la consueta freddezza. Per il brasiliano è l’ottava rete in campionato.

Finisce 2-2, per la Lazio è il decimo risultato di fila in serie A (il quindicesimo considerando le coppe), mentre il Palermo torna a muovere le classifica dopo tre sconfitte di fila. Ma entrambe le squadre rientrano negli spogliatoi con la sensazioni di due punti persi anziché uno guadagnato.

Ultimo aggiornamento: 20/01/13 5.16CET

Risultati

Serie A 2012/13

Matches
CasaFuori casa
Ultimo aggiornamento: 25/03/2013 23:29 CET

19/01/2013

JuventusJuventus4-0UdineseUdinese

Pogba 41, 66, Vučinić 72, Matri 80

Città: Torino

19/01/2013

PalermoPalermo2-2LazioLazio

Arévalo Rios 70, Dybala 71

Floccari 10, Hernanes 84 (P)

Città: Palermo

Classifiche

*Torino FC: 1 punti di penalizzazione
*Atalanta BC: 2 punti di penalizzazione
*UC Sampdoria: 1 punti di penalizzazione
*AC Siena: 6 punti di penalizzazione
Ultimo aggiornamento: 25/03/2013 23:29 CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1912763.html#la+juve+cala+poker+allunga+sulla+lazio

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.