Il sito ufficiale del calcio europeo

Ranocchia l'uomo della provvidenza per l'Inter

Pubblicato: Martedì, 15 gennaio 2013, 21.47CET
A San Siro, Nerazzurri avanti 2-0 con Guarín e Palacio, ma il Bologna rimonta con Diamanti e Gabbiadini. All'ultimo minuto dei tempi supplementari il difensore porta in semifinale di Coppa Italia la squadra di Stramaccioni.
Ranocchia l'uomo della provvidenza per l'Inter
Andrea Ranocchia, decisivo con il suo gol per la squadra di Stramaccioni (FC Internazionale Milano) ©AFP/Getty Images
Pubblicato: Martedì, 15 gennaio 2013, 21.47CET

Ranocchia l'uomo della provvidenza per l'Inter

A San Siro, Nerazzurri avanti 2-0 con Guarín e Palacio, ma il Bologna rimonta con Diamanti e Gabbiadini. All'ultimo minuto dei tempi supplementari il difensore porta in semifinale di Coppa Italia la squadra di Stramaccioni.

Un grande Bologna FC rimonta due gol a San Siro, ma è l’FC Internazionale Milano a festeggiare la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia grazie a un colpo di testa di Andrea Ranocchia, che scongiura proprio all’ultimo respiro la lotteria dei rigori.

Al Meazza, la squadra di Andrea Stramaccioni ha la meglio 3-2 ai tempi supplementari dopo il 2-2 al 90’, frutto delle reti di Fredy Guarín e Rodrigo Palacio da una parte e di Alessandro Diamanti e Manolo Gabbiadini dall’altra; decide la sfida, come detto, il colpo di testa del difensore al 120’. A contendere la finale ai Nerazzurri sarà la vincente dell’ultima sfida dei quarti di finale, ACF Fiorentina-AS Roma, in programma mercoledì sera all’Artemio Franchi.

I padroni di casa si rendono pericolosi in apertura con Antonio Cassano e con il colpo di testa di Matías Silvestre, dalla parte opposta Samir Handanović è reattivo su Cristian Pasquato dopo il sinistro a lato di Diamanti. Al 34’ l’Inter passa, grazie al settimo gol nelle ultime dodici partite di Guarín: il destro del colombiano dal limite dell’area non lascia scampo a Federico Agliardi. La squadra di Stefano Pioli non sta comunque a guardare. Il numero 1 Nerazzurro è prima provvidenziale sul colpo di testa di Alberto Gilardino, poi respinge in tuffo un sinistro velenoso di Diamanti che gli era rimbalzato proprio davanti.

Nella ripresa, a tredici minuti dalla fine, la squadra di Stramaccioni realizza il gol che sembra chiudere i discorsi. Un rilancio di Juan innesca la transizione di Rodrigo Palacio, che con un altro destro a giro fulmina Agliardi. L’impressione si rivela comunque errata. All’80’ Diamanti dimezza lo svantaggio con una magnifica punizione, poi – dopo che la deviazione di testa di Ranocchia sul cross di Archimede Morleo termina sul palo – Gabbiadini firma il pareggio con un piatto sinistro sul cross di Marco Motta.

Gli ultimi minuti sono palpitanti. A Ranocchia viene annullato un gol per millimetrico fuorigioco, dalla parte opposta sfiorano il vantaggio prima Panagiotis Kone e poi ancora Gabbiadini. Si va ai supplementari, ma prima Javier Zanetti e poi (due volte) di nuovo Gabbiadini non riescono a schiodare il 2-2. Tutto lascia pensare a una soluzione ai rigori, ma proprio al 120’ il colpo di testa di Ranocchia sugli sviluppi di un calcio d’angolo regala la qualificazione all’Inter.

Ultimo aggiornamento: 16/01/13 0.06CET

Informazioni collegate

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1911984.html#ranocchia+luomo+della+provvidenza+linter

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.