Il sito ufficiale del calcio europeo

Il nuovo che avanza

Pubblicato: Lunedì, 19 novembre 2012, 9.19CET
Nel derby tra le squadre-sorpresa del campionato la Fiorentina schianta l'Atalanta e sale in zona Champions: Montella si gode una "mentalità da grande squadra" ed è pronto a calare l'asso: il podio della Serie A è 'verde'.
di Roberta Radaelli
da Milano
Il nuovo che avanza
Alberto Aquilani festeggiato dopo uno dei due gol messi a segno contro l'Atalanta ©Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 19 novembre 2012, 9.19CET

Il nuovo che avanza

Nel derby tra le squadre-sorpresa del campionato la Fiorentina schianta l'Atalanta e sale in zona Champions: Montella si gode una "mentalità da grande squadra" ed è pronto a calare l'asso: il podio della Serie A è 'verde'.

La ACF Fiorentina si gode la quinta vittoria consecutiva in campionato grazie al 4-1 sull'Atalanta BC e sale al terzo posto in classifica agganciando l'SSC Napoli: la 'zona' UEFA Champions League passa da sogno a realtà e Vincenzo Montella parla di mentalità "da grande squadra".

Dev'essere un campionato 'per giovani', quello in corso, e non solo per l'esplosione di talenti considerati acerbi solo qualche mese fa, come Stephan El Shaarawy, che con la doppietta di sabato sera nel 2-2 contro la S.S. Lazio salva il suo AC Milan e allunga in vetta alla classifica marcatori con dieci reti. Anche le panchine più calde della Serie A sono in mano a tecnici di primo - o al massimo secondo - pelo: da Antonio Conte alla Juventus, passando per Andrea Stramaccioni all'FC Internazionale Milano per finire a Vincenzo Montella, tecnico giovane (ed esperto insieme) sulla panchina viola. Il podio della classifica è il nuovo che avanza.

I Viola sono passati in vantaggio in casa contro l'Atalanta dopo soli cinque minuti grazie a Gonzalo Rodríguez, facendosi però poi raggiungere da Giacomo Bonaventura. La squadra di Montella non si è fatta scoraggiare assicurandosi la vittoria grazie ad Alberto Aquilani (doppietta per lui) e al sempreverde Luca Toni. "Abbiamo avuto un piccolo black out oggi ma la squadra sta crescendo", ha detto lex Aeroplanino. "Dobbiamo lavorare, dopo il gol abbiamo avuto la forza di saper vincere la partita: è una mentalità da grande squadra".

Non bisogna dimenticare poi che il gioiellino di casa viola, Stevan Jovetić, non era a disposizione e con il montenegrino pronto al rientro la Fiorentina potrebbe calare l'asso nella manica e fare un ulteriore salto di qualità. "In qualche partita posso fare a meno di lui", ha commentato Montella. "Però preferisco averlo a disposizione...". Difficile dar torto all'ex bomber su Jovetić, che conta solo 23 primavere ma ha già segnato sei gol in undici partite di campionato.

Altro elemento che si sta rivelando fondamentale è Aquilani, che "ha preso il vizio di segnare", come ha commentato Montella: "Si è integrato benissimo, per noi è un valore importante". Il 28enne, dopo tanto girovagare, potrebbe aver trovato dimora fissa con soddisfazione di tutti. "Stiamo lavorando bene, abbiamo fatto una grande partita e dobbiamo continuare così", ha detto il centrocampista romano. "Dobbiamo restare con i piedi per terra, se dopo le feste siamo ancora lì, allora possiamo cominciare a sognare".

La Fiorentina vince e convince, si gode un centrocampo con i fiocchi dove Aquilani è la ciliegina sulla torta Borja Valero-David Pizarro, e aspetta Jovetić a braccia aperte: con un tecnico che ha dato alla squadra convinzione, i tifosi viola possono sognare.

Ultimo aggiornamento: 19/11/12 11.40CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1893946.html#il+nuovo+avanza

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.