Il sito ufficiale del calcio europeo

Alchimia Juve

Pubblicato: Lunedì, 22 ottobre 2012, 9.02CET
Cáceres ruba il Mantello dell'Invisibilità a Harry Potter e la Juve riafferma il proprio dominio sul campionato con la vittoria sul Napoli: la palla per i Bianconeri è 'più rotonda' e il record del Milan di Capello trema.
di Roberta Radaelli
da Milano
Alchimia Juve
I giocatori della Juve festeggiano la vittoria contro il Napoli ©AFP/Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 22 ottobre 2012, 9.02CET

Alchimia Juve

Cáceres ruba il Mantello dell'Invisibilità a Harry Potter e la Juve riafferma il proprio dominio sul campionato con la vittoria sul Napoli: la palla per i Bianconeri è 'più rotonda' e il record del Milan di Capello trema.

Con la vittoria per 2-0 sull'SSC Napoli che le regala la vetta solitaria della Serie A, la Juventus inizia a mettere seriamente in discussione il record di risultati utili consecutivi dell'AC Milan di Fabio Capello, quello non a caso soprannominato 'degli Invicincibili', ma non solo: anche il mito calcistico che vuole che la palla sia rotonda potrebbe presto crollare.

I campioni d'Italia sembrano avere in qualche modo gli dei del calcio dalla loro parte già quando la punizione di Edinson Cavani si infrange all'incrocio dei pali. La squadra di Mazzarri forse vincerebbe ai punti, ma sfortunatamente per il Napoli il calcio non è la boxe, e quando a segnare i due gol della Juve sono proprio due giocatori subentrati in corsa, Morgan De Sanctis non può che alzare spalle, mani e occhi al cielo. 

A sbloccare il risultato ci pensa Martín Cáceres, che per l'occasione deve aver rubato a Harry Potter il Mantello dell'Invisibilità, dato che la difesa del Napoli non lo vede e non lo segue, lasciandolo libero di insaccare su angolo di un certo Andrea Pirlo, uno che non è poi così pericoloso dai calci piazzati... "Non si può parlare di schema, anche perché ero appena entrato e questo ha sorpreso tutti", avrebbe poi ammesso l'urugaiano. 

Se il gol di Cáceres arriva al 79' minuto, per il raddoppio bisogna aspettare solo 120 secondi grazie a Paul Pogba e a una difesa azzurra ancora impegnata a metabolizzare il primo svantaggio. Ad colorandum: il 19enne, giusto per ricordarlo, è quello che ai tempi del Manchester United FC veniva fermato per strada perché scambiato per Mario Balotelli, e firmava autografi con il nome dell'italiano perché non voleva deludere i passanti. Tornando al gol, Pogba ha spiegato che "in quei momenti non si pensa a niente, si prova a tirare e basta: in questo caso è andata bene".

La saggezza popolare di Vujadin Boškov, insomma, andrebbe un po' rivista perché per la Juve la palla sembra essere un po' 'più rotonda' che per gli altri. Di certo, però, il fatto di avere la miglior difesa e il miglior attacco non è frutto del caso e la vittoria di sabato è una vittoria senza se e senza ma. Ora la striscia di risultati utili si è allungata a 47, undici meno del record stabilito dal Milan: calendario alla mano, l'impresa non sembra poi così difficile dato che l'ostacolo più duro - il Napoli, appunto - è stato superato con nonchalance

Ultimo aggiornamento: 22/10/12 10.37CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1879283.html#alchimia+juve

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.