Il sito ufficiale del calcio europeo

Campi in sintetico, Finlandia in progresso

Pubblicato: Martedì, 19 febbraio 2013, 11.01CET
Il programma UEFA HatTrick ha aiutato la Federcalcio finlandese a costruire 91 dei suoi 207 campi regolamentari in sintetico. Il direttore infrastrutture della federazione spiega tutti i vantaggi e i metodi utilizzati.
Campi in sintetico, Finlandia in progresso
I campi in sintetico consentono di giocare tutto l'anno ©Kai Jäderholm
Pubblicato: Martedì, 19 febbraio 2013, 11.01CET

Campi in sintetico, Finlandia in progresso

Il programma UEFA HatTrick ha aiutato la Federcalcio finlandese a costruire 91 dei suoi 207 campi regolamentari in sintetico. Il direttore infrastrutture della federazione spiega tutti i vantaggi e i metodi utilizzati.

Dalla sua nascita nel 2006, il programma UEFA HatTrick ha aiutato la Federcalcio finlandese (SPL-FBF) a costruire 91 dei suoi 207 campi regolamentari in sintetico. In questa versione ridotta di un articolo di UEFA•direct, la pubblicazione ufficiale UEFA, il direttore infrastrutture della federazione Tero Auvinen spiega che i campi in sintetico hanno dato una spinta enorme al calcio locale.

Come avete iniziato?
Tero Auvinen: con il sostegno del programma UEFA HatTrick, abbiamo deciso di canalizzare l'interesse in un progetto di sviluppo nazionale. Dopo l'approvazione della UEFA, abbiamo unito le forze con il governo, le autorità locali e le società calcistiche, e insieme abbiamo raggiunto risultati senza precedenti. Ora la Finlandia ha 207 campi in sintetico, il 44% dei quali esiste grazie a questo programma. L'anno prossimo concluderemo altri 21 progetti, quindi direi che stiamo andando a gonfie vele.

Qual è il vostro processo di selezione?
Auvinen: è molto semplice: cerchiamo di costruire campi da calcio nei posti giusti. Costruiamo solo campi in sintetico e ci concentriamo su strutture, società e centri di allenamento dedicati al calcio di base, sia in aree privilegiate che meno. Per esempio, una squadra popolare di una grande città può avere benefici attirando più giocatori e tifosi. Ovviamente, alle aree meno prosperose serve il campo solo per far parte del gioco, che è altrettanto essenziale.

Quali sono i principali vantaggi di questo progetto?
Auvinen: ce ne sono molti. Per iniziare, l'atteggiamento dei club verso le infrastrutture si è trasformato. Ora sono molto più produttivi, capaci di costruire e gestire i propri campi, ma allo stesso tempo di diventare partner con le autorità e le comunità locali.

Investire nello sviluppo nazionale ha anche conseguenze sull'accessibilità. Alcuni club hanno segnalato un aumento del tesseramenti fino al 50%, solo grazie all'installazione del campo. Grazie alle nuove strutture, possiamo semplicemente offrire più calcio in un ambiente sicuro e moderno. È il calcio per tutti: bambini, donne e veterani!

Inoltre, abbiamo sviluppato un ottimo rapporto con il ministero dell'istruzione e della cultura. Dopo aver ricevuto il via libera dalla UEFA, anche il ministero ha approvato il progetto. Oltre a essere partner finanziari, collaboriamo per fare in modo che i benefici siano ripartiti uniformemente.

Perché solo campi in sintetico?
Auvinen: perché sono molto più pratici: un'ora di gioco sull'erba naturale corrisponde a 10 ore su un campo in sintetico. Possiamo usare un campo in sintetico per 2500 ore all'anno. Il riscaldamento della superficie di gioco può portare questo valore a 3500 ore all'anno, che è l'attuale record stabilito da uno dei nuovi campi HatTrick. In Finlandia, i campi in erba naturale possono essere utilizzati per circa 250 ore all'anno, quindi è facile capire la nostra scelta.

Il riscaldamento del campo è essenziale in un clima freddo?
Auvinen: attualmente usiamo tre metodi per proteggere i campi: il riscaldamento sotto il manto "erboso", i palloni d'aria e la manutenzione quotidiana. 26 campi sono dotati di riscaldamento. È molto efficace, ma è costoso da installare e mettere in funzione. I palloni d'aria sono otto, si gonfiano sopra il campo e servono per i mesi invernali. La manutenzione è un'opzione perfettamente gestibile, ma prevede ancora un trattamento chimico e lo spalamento quotidiano della neve.

Lo sviluppo sostenibile, naturalmente, determinerà il futuro. Abbiamo visto progetti per riscaldare il campo con energia geotermica o biologica, ma sono ancora nelle fasi iniziali. Solo le innovazioni possono aprire la via.

Quanto è importante la manutenzione del campo?
Auvinen: è fondamentale: se non viene eseguita seriamente, un campo può andare distrutto in pochi anni. Teniamo regolari seminari per gli addetti ai campi, in modo da spiegare le operazioni corrette e scorrette. Inoltre, comunichiamo con le autorità locali e con i club attraverso un bollettino informativo mensile: gli argomenti cambiano sempre, ma il principio è rendere la gente consapevole. Al momento abbiamo una nuova idea: installare una zona in asfalto accanto al campo per rimuovere la neve. Ogni volta che si spala la neve, è inevitabile asportare un po' di matriale di riempimento. Con l'asfalto, la gomma può essere recuperata in primavera ed essere reinserita nel campo. Come tutte le cose, si cercano costantemente nuovi modi per migliorare.

Ultimo aggiornamento: 21/02/13 18.19CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali

http://it.uefa.com/memberassociations/association=fin/news/newsid=1921430.html#campi+sintetico+finlandia+progresso

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.