Il presidente UEFA incontra i commissari UE

Il presidente UEFA Michel Platini ha incontrato Viviane Reding e Joaquín Almunia per una colazione di lavoro che ha rafforzato il già stretto legame tra la UEFA e la Commissione europea.

Il palazzo della Commissione europea a Bruxelles
Il palazzo della Commissione europea a Bruxelles ©AFP

Ieri, il presidente UEFA Michel Platini ha incontrato Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea e commissario per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, e Joaquín Almunia, vicepresidente della Commissione e commissario per la concorrenza. Il signor Platini è stato invitato a Bruxelles per una colazione di lavoro che ha rafforzato il già stretto legame tra la UEFA e la Commissione europea.

Le parti si sono incontrate per la seconda volta, proseguendo i colloqui su temi di interesse comune. Fra gli argomenti di particolare rilievo, le norme della UEFA sulle licenze per club e il fair play finanziario e la certezza legale dello sport.

Il presidente UEFA ha dichiarato: "Apprezzo molto il sostegno della signora Reding e del signor Almunia nelle sfide più importanti per il calcio europeo. Tali argomenti vengono presi sul serio; prometto che la UEFA lavorerà incessantemente insieme all'Unione europea per trovare soluzioni praticabili".

A proposito dell'attuale crisi finanziaria, il signor Platini ha osservato che lo sport europeo non ne è immune, evidenziando che le norme sul fair play finanziario della UEFA sono legittime, opportune e proporzionali e intendono dare una maggiore stabilità finanziaria al calcio.

Il presidente UEFA e i commissari Reding e Almunia hanno accettato di collaborare per garantire il successo del fair play finanziario. Il signor Platini ha richiesto il sostegno politico della Commissione europea per la fase successiva del processo, ovvero l'implementazione delle norme, e si è offerto personalmente di aggiornare la Commissione sugli sviluppi in questo ambito.

Un altro tema di discussione è stata la risoluzione delle controversie nello sport. Il presidente UEFA ha spiegato l'importanza degli organi di arbitrato sportivo, strumento efficiente e appropriato per risolvere ogni controversia. Tali organi rappresentano un mezzo uniforme, efficace ed essenziale per salvaguardare il corretto svolgimento delle competizioni sportive.

Tutte le istituzioni dell'Unione europea hanno già dimostrato il sostegno alla lotta della UEFA contro le combine. A novembre, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sulle scommesse online, mentre la Commissione europea ha adottato un testo sulle scommesse online nel mercato interno. Il mese scorso, infine, la lotta agli incontri combinati è stata integrata nelle conclusioni del Consiglio dei ministri.