Rapporto UEFA/WWF: 'Playing for Our Planet'

Un nuovo rapporto della UEFA e del WWF spiega come lo sport può contribuire alla sostenibilità e a contrastare il cambiamento climatico a tutti i livelli, dal calcio di base a quello d'elite.

©UEFA-WWF

Un nuovo rapporto della UEFA e del World Wide Fund for Nature (WWF), partner di responsabilità sociale, spiega come lo sport può contribuire alla sostenibilità e a contrastare il cambiamento climatico a tutti i livelli, dal calcio di base a quello d'elite.

Il rapporto 'Playing for Our Planet' parla delle iniziative ambientali che si svolgono nello sport in Europa (e oltre) ed è stato redatto dalla UEFA e dal WWF in collaborazione con la Green Sports Alliance.

Il documento evidenzia le buone pratiche negli sport sostenibili, mettendo in risalto il loro impegno verso le comunità locali e il pianeta. Inoltre, analizza i legami tra le questioni ambientali e lo sport, sottolineando l'impatto di quest'ultimo e la sua capacità di promuovere la sostenibilità ai tifosi di Europa e non solo.

'Playing for our Planet' illustra 25 esempi di organizzazioni sportive, tra cui la UEFA, che si impegnano a ridurre l'impatto ambientale delle loro operazioni, fungendo da modello nella lotta ai problemi ambientali più urgenti come il cambio climatico e la plastica negli oceani.

"Le attività illustrate in Europa dimostrano uno spirito innovativo e la capacità dello sport di contribuire alla sostenibilità a tutti i livelli", commenta il presidente UEFA Aleksander Čeferin.

"La sostenibilità è uno dei temi più importanti per chi prende le decisioni e per gli opinion leader nello sport perché aiuta a prepararsi per il futuro", ha aggiunto.

I vari interlocutori nello sport sono invitati ad aumentare i loro sforzi per ridurre l'impatto ambientale e a sfruttare la loro grande influenza per promuovere la sostenibilità.

"Dalle partitelle della domenica nel parco ai grandi tornei, tutti gli sport fanno ricorso alla generosità della natura", commenta Jochem Verberne, direttore partnership globali del WWF.

"Tutte le organizzazioni sportive hanno il dovere di prendersi cura dell'ambiente e di ispirare milioni di tifosi e giocatori in tutto il mondo ad essere sostenibili e a rispettare la natura".

Oltre che dei portatori di interesse europei, il rapporto parla anche delle controparti in Nord America per mettere in risalto il legame tra le tematiche globali e locali.

Il rapporto ha ricevuto il sostegno della Commissione europea e dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), a dimostrazione che la collaborazione tra le istituzioni pubbliche e il movimento sportivo è fondamentale per tutelare il pianeta.

In alto