Serbia

SerbiaFedercalcio Serba

Il sito ufficiale del calcio europeo

Serbia sulla strada giusta

La Repubblica di Serbia è nata solo nel 2006 ma ha già lasciato il segno sulla scena calcistica.
Serbia sulla strada giusta
La Serbia festeggia la qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 2010 ottenuta grazie al successo 5-0 sulla Romania ©AFP

Serbia sulla strada giusta

La Repubblica di Serbia è nata solo nel 2006 ma ha già lasciato il segno sulla scena calcistica.

La Federcalcio della Serbia Montenegro (Fudbalski savez Srbije o FSS), originariamente fondata nel 1919 come Federcalcio Jugoslava, aderisce nel 1921 alla FIFA e nel 1954 alla UEFA.

La Jugoslavia ha disputato il suo primo incontro internazionale il 28 agosto 1920 contro la Cecoslovacchia alle Olimpiadi di Amsterdam, perdendo 7-0. I risultati positivi, comunque, non si sono fatti attendere a lungo in quando la nazionale ha preso parte a cinque Olimpiadi e otto Coppe del Mondo FIFA. La Jugoslavia ha conquistato la medaglia d’argento a Londra (1948), Helsinki (1952) e Melbourne (1956), quella di bronzo a Los Angeles (1984) e si è laureata campione olimpica a Roma (1960).

Prende parte alla Coppa del Mondo in Uruguay nel 1930 arrivando in semifinale, in Brasile (1950), Svizzera (1954), Cile (1962, quarto posto), Germania (1974), Spagna (1982), Italia (1990) e Francia (1998). La Jugoslavia ha anche partecipato cinque volte alle fasi finali del Campionato Europeo UEFA, dove è giunta seconda sia a Parigi (1960) che a Roma (1968). A Belgrado, nel 1976, si è piazzata al quarto posto ed è stata presente anche in Francia (1984) e nell’edizione organizzata in Belgio e Olanda (2000). Il successo finale è stato raggiunto dalle selezioni giovanili.

La nazionale jugoslava Under 21 si laurea campione d’Europa nel 1978 e, un anno dopo, trionfa all’International Youth Tournament. Si festeggia ancora nel 1987 con la vittoria al Campionato del Mondo giovanile FIFA. Per quanto riguarda le statistiche dei singoli Dragan Džajic, una leggenda del calcio jugoslavo, detiene il record di presenze in nazionale, 85, mentre Stjepan Bobek guida la classifica dei cannonieri con 38 gol.

Il più importante traguardo internazionale di un club jugoslavo è stato raggiunto con la vittoria dell’FK Crevna Zvezda sull’Olympique de Marseille nella finale della Coppa dei Campioni 1951, disputata a Bari. Dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sullo 0-0, si è passati ai calci di rigore che hanno visto la squadra di Belgrado imporsi per 5-4. In seguito, nello stesso anno, la Stella Rossa batte i cileni del CSD Colo-Colo per 3-0 aggiudicandosi a Tokyo la Coppa Intercontinentale. In precedenza l’FK Partizan, ancora una squadra di Belgrado, era andato vicino alla conquista della Coppa dei Campioni quando, nel 1966, viene sconfitto nella finale di Bruxelles dal Real Madrid CF. Queste due squadre hanno anche conseguito una serie straordinaria di successi nelle competizioni nazionali.

Questi eventi sono accaduti nonostante una situazione politica in ebollizione. Dal 1919 al 1941 la Jugoslavia è stata governata da una monarchia, trasformandosi in repubblica nel 1946 e passando, in seguito,  attraverso diversi cambi di denominazione. Dal 1946 al 1963 ha avuto il nome di Repubblica  Federale di Jugoslavia (FNRJ), poi diventato Repubblica Federale Socialista di Jugoslavia (SFRJ) fino alla sua dissoluzione nel 1992. Nel secondo periodo la nazione era formata da sei repubbliche: Serbia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Croazia, Macedonia e Slovenia.

Nel 1992 il nuovo stato di Serbia Montenegro ha assunto il nome di Repubblica Federale di Jugoslavia e, nello stesso anno, le sanzioni politiche imposte dalla Nazioni Unite sono state estese anche all’ambito sportivo. Di conseguenza la nazionale è stata esclusa dalla fasi finali di Euro ’92 in Svezia, nonostante si fosse regolarmente qualificata, e per lo stesso motivo non ha potuto prendere parte alle qualificazioni per la Coppa del Mondo 1994 e per EURO 96.

Nel febbraio 2003 la Repubblica Federale di Jugoslavia cambia il suo nome in Serbia e Montenegro. Nel giugno 2006, Serbia e Montenegro sono diventate nazioni indipendenti ed è nata la Repubblica di Serbia. Il debutto internazionale della Serbia è arrivato contro la Repubblica Ceca nell'agosto 2006.

Successivamente la Serbia ha raggiunto importanti traguardi. Nel 2013, la squadra Under 19 ha vinto il titolo europeo in Lituania e, due anni più tardi, l'Under 20 ha conquistato il Mondiale FIFA U-20 in Nuova Zelanda - il primo titolo mondiale dall'indipendenza dalla Jugoslavia e la dissoluzione di Serbia e Montenegro.

Dejan Stanković detiene il record di presenze con la nazionale maggiore serba. Ha sorpassato Savo Milosević in occasione del match a ottobre 2013 (103° presenza).

Ora la FSS, con la sua sede centrale a Belgrado, è responsabile di tutte le attività calcistiche nel paese ed è un’associazione indipendente, democratica, non governativa e neutrale sia in campo politico che religioso.

http://it.uefa.com/insideuefa/member-associations/association=srb/news/newsid=947943.html#serbia+sulla+strada+giusta

Vai in cima alla pagina  

Presidente

 

Slaviša Kokeza

Slaviša Kokeza

Nazionalità: serba
Data di nascita: 7 luglio 1977
Presidente della federazione dal: 2016

• Imprenditore di successo, Slaviša Kokeza è nel mondo del calcio da molti anni. Dopo una breve carriera da giocatore, è stato dirigente in vari club, tra cui FK Zemun e FK Crvena zvezda. Nel 2014 è stato nominato presidente della federazione calcio di Belgrado e vicepresidente della federazione serba (FSS).

• Il 20 maggio 2016 è stato eletto presidente della FSS all’unanimità. Kokeza ha annunciato immediatamente riforme e ha messo l’accento sugli investimenti nelle infrastrutture calcistiche, come il nuovo stadio nazionale e la sede federale, evidenziando anche l’importanza del rispetto reciproco fra tutti i membri della famiglia del calcio serbo.

• “La FSS sarà un partner affidabile e offrirà sostegno a tutti i club per far crescere il calcio a livello dilettantistico e professionistico – ha dichiarato –. Insieme, dobbiamo favorire un clima di apprezzamento e rispetto e la federazione deve fare da esempio”.


Segretario generale

 

Jovan Šurbatović

Jovan Šurbatović

Nazionalità: serba
Data di nascita: 29 marzo 1968
Segretario generale dal: 2016

Jovan Šurbatović è in possesso di una laurea in economia. Ha completato i suoi studi alla international school of the European Centre for Peace and Development di Belgrado, conseguendo un master delle scienze del management. Nel 2012, la sua tesi al PhD sul management centralizzato nello sport lo vide diventare il dottore nelle scienze nel campo del management nello sport.

• Il 9 dicembre 2016 è stato eletto segretario generale della Federcalcio serba, dopo aver ricoperto il ruolo di vice segretario generale dall'agosto 2016. Prima di allora, era stato segretario generale della Federcalcio di Belgrado (2011-2016), e vicepresidente della Federcalcio di Belgrado (2010-2011).

• Oltre al ruolo di professore alla facoltà di sport alla Union-Nikola Tesla University, ha pubblicato numerosi articoli professionali e scientifici sullo sport e il suo management, soprattutto riguardanti il calcio. 

Info Federazione

  • Fondato: 1919
  • Affiliazione UEFA: 1954
  • Affiliazione FIFA: 1921
  • Indirizzo: 35, Terazije CP 263 11000 BEOGRAD
  • Telefono: +381 11 323 4253
  • Fax: +381 11 323 3433

Coefficienti club per paese

PaeseSquadreP.ti
28 NorvegiaNorvegia4/414.300
29 LiechtensteinLiechtenstein1/113.000
30 SerbiaSerbia2/413.000
31 SlovacchiaSlovacchia4/411.500
32 SloveniaSlovenia3/410.750
Ultimo aggiornamento: 10/07/2017 10:20 CET

Palmarès delle Nazionali

Competizioni nazionali

Superliga Serba 2016/17 Serbian Super League

SquadreGP.ti
1FK Crvena zvezda3079
2FK Partizan3073
3FK Vojvodina3059
4FK Napredak3052
5FK Mladost Lučani3048
6FK Radnicki Niš3044
7FK Voždovac3043
8FK Javor3042
9FK Čukarički3040
10FK Spartak Subotica3038
11FK Rad3035
12FK Metalac3027
13FK Bačka3027
14FK Radnik Surdulica3025
15FK Novi Pazar3020
16FK Borac Čačak3018

Superliga Serba 2016/17 Championship

SquadreGP.ti
1FK Partizan3758
2FK Crvena zvezda3755
3FK Vojvodina3743
4FK Mladost Lučani3736
5FK Radnicki Niš3732
6FK Napredak3730
7FK Voždovac3727
8FK Javor3722

Superliga Serba 2016/17 Relegation

SquadreGP.ti
1FK Čukarički3732
2FK Spartak Subotica3732
3FK Radnik Surdulica3725
4FK Rad3725
5FK Bačka3723
6FK Borac Čačak3722
7FK Metalac3721
8FK Novi Pazar3717
Ultimo aggiornamento: 03/07/2017 13:07 CET