Lituania

LituaniaFedercalcio Lituana

Il sito ufficiale del calcio europeo

La Lituania balla da sola

La storia del calcio lituano, che muove i primi passi all'inizio del secolo scorso, è stata pesantemente condizionata dagli eventi politici.
La Lituania balla da sola
Deivydas Matulevičius (Lithuania) ©Vaidotas Januška

La Lituania balla da sola

La storia del calcio lituano, che muove i primi passi all'inizio del secolo scorso, è stata pesantemente condizionata dagli eventi politici.

La storia del calcio lituano, che muove i primi passi all'inizio del secolo scorso, è stata pesantemente condizionata dagli eventi politici. Il paese si è infatti reso indipendente nel 1918, prima di essere annesso dall'Unione Sovietica nel 1940 ed infine riguadagnare l'indipendenza nel 1990.

Il primo incontro ufficiale viene disputato nel 1911 a Kaunas. Si affrontano la rappresentativa locale e quella della città di Vilnius. Nel 1923 la Lega Lituana entra a far parte della FIFA e nello stesso anno la nazionale disputa la prima amichevole internazionale perdendo per 5-0 a Kaunas contro l'Estonia. Nel 1924 viene creata la nuova Lega Calcistica Lituana (LFL) e la nazionale partecipa ai Giochi Olimpici di Parigi. Nel 1925 la LFL diviene la rappresentante unica del calcio lituano e nel 1931, organizza il primo campionato nazionale, con sette squadre partecipanti.

A partire dal 1946, le squadre di club lituane partecipano alle competizioni dell'Unione Sovietica. Nel 1982 l'FK Žalgiris Vilnius vince il campionato sovietico di prima divisione, approdando così nella massima serie, dove nel 1987 ottiene un prestigioso terzo posto. Il piazzamento garantisce alla squadra un posto in Coppa UEFA, con eliminazione al primo turno da parte dell'FK Austria Wien. Un anno più tardi il club ottiene una seconda qualificazione, approdando questa volta al secondo turno dopo aver eliminato l'IFK Göteborg. Il giocatore più rappresentativo di questo periodo è Viatcheslavas Sukristovas, membro della nazionale sovietica giunta seconda ai Campionati Europei UEFA 1988. Nello stesso anno altri due giocatori di origine lituana, Arminas Nabekovas e Arvydas Janonis, contribuiscono alla conquista dell'oro olimpico di Seul.

la Lituania torna ad essere indipendente l'11 marzo 1990. In seguito a esplicita richiesta delle autorità sportive lituane, club come Žalgiris, FK Atlantas e ASSM Inkaras abbandonano le competizioni sovietiche. Il campionato lituano parte nel 1991, mentre nel 1990 si disputa il campionato baltico, in cui si affrontano squadre provenienti dall'Unione Sovietica e dalle tre repubbliche di Lituania, Lettonia ed Estonia.

La nazionale della nuova Lituania indipendente debutta il 27 maggio 1990 a Tblisi, pareggiando per 2-2 contro la Georgia. Con la riammissione della Federcalcio Lituana (Lietuvos Futbolo Federacija o LFF) all'interno della FIFA in data 9 dicembre 1991, termina l'esilio internazionale della repubblica baltica, la cui nazionale disputa le gare di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 1994, raccogliendo i primi punti il 28 aprile 1992 a Belfast, nel 2-2 contro l'Irlanda del Nord e cogliendo la prima storica vittoria a Riga contro la Lettonia il 12 agosto dello stesso anno. In seguito alcuni membri della nazionale, come Janonis, Narbekovas e Valdas Ivanauskas proseguono la carriera nella Bundesliga austriaca.

La LFF diventa membro a tutti gli effetti della UEFA durante il congresso di Goteborg del 1992. Da allora il paese ha lavorato duramente per sviluppare le proprie infrastrutture, con l'obiettivo di portare la nazionale e le squadre di club a disputare per la prima volta le fasi finali di un torneo di prestigio internazionale.

Anche se raggiungere la fase finale di un torneo importante rimane un obiettivo a lungo termine, la LFF ha acquisito preziosa esperienza dopo aver organizzato con successo le finali dei Campionati Europei UEFA Under 19 UEFA nel 2013. I progressi del calcio femminile sono stati evidenti anche quando il Gintra Universitetas è diventata la prima squadra - di entrambi i sessi - a unirsi all'élite continentale, approdando agli ottavi di UEFA Champions League femminile nel 2014/15.

http://it.uefa.com/insideuefa/member-associations/association=ltu/news/newsid=947099.html#la+lituania+balla+sola

Vai in cima alla pagina  

Presidente

 

Questo profilo verrà aggiornato a breve

Questo profilo verrà aggiornato a breve

Segretario generale

 

Nerijus Dunauskas

Nerijus Dunauskas

Nazionalità: lituana
Data di nascita: 26 giugno 1978
Segretario generale dal: 2016

• Ha cominciato la carriera da giocatore nel Telšiai Mastis, per poi vestire le maglie di FK Atletas, FK Inkaras e FK Kareda. Dopo aver vinto la Coppa di Lituania con l'FK Atlantas Klaipėda nel 2001, Dunauskas ha dato l'addio al calcio giocato per ricoprire un ruolo amministrativo all'interno della Federcalcio lituana (LFF).

• Dopo aver fatto esperienza nel settore giovanile, nel 2003 è diventato responsabile della sezione competizioni della LFF ed è stato membro del comitato esecutivo per un mandato quadriennale, dal 2008 al 2012.

• Inoltre, Dunauskas è stato un arbitro internazionale di rilievo. Ha cominciato la sua carriera nel 2005 e ha diretto 48 gare internazionali in cinque anni in qualità di arbitro FIFA. Si è ritirato nel 2015.

Info Federazione

  • Fondato: 1922
  • Affiliazione UEFA: 1992
  • Affiliazione FIFA: 1923
  • Indirizzo: Stadiono g. 2 02106 Vilnius
  • Telefono: +370 5263 8741
  • Fax: +370 5263 8740

Coefficienti club per paese

PaeseSquadreP.ti
47 Irlanda del NordIrlanda del Nord1/44.250
48 LussemburgoLussemburgo3/44.125
49 LituaniaLituania3/43.875
50 GallesGalles1/43.875
51 Isole FaroeIsole Faroe1/43.625
Ultimo aggiornamento: 10/07/2017 10:20 CET

Palmarès delle Nazionali

Nessun titolo vinto

Competizioni nazionali

Prima Divisione Lituana 2017

SquadreGP.ti
1FK Žalgiris Vilnius1638
2FK Trakai1628
3FK Sūduva1628
4FK Atlantas1621
5FK Utenis1617
6FK Lietava1616
7FC Stumbras1615
8FK Kauno Žalgiris169
Ultimo aggiornamento: 03/07/2017 13:05 CET