Nuova donazione UEFA da €100.000 per la Croce Rossa

Kevin De Bruyne ha consegnato un assegno da parte della UEFA al Comitato Internazionale della Croce Rossa per i programmi di riabilitazione in Afghanistan.

Kevin De Bruyne (Manchester City FC) e il membro del Comitato Esecutivo UEFA Peter Gilliéron (sinistra) consegnano l'assegno da €100.000 al direttore dele operazioni globali del Comitato Internazionale della Croce Rossa Dominik Stillhart
Kevin De Bruyne (Manchester City FC) e il membro del Comitato Esecutivo UEFA Peter Gilliéron (sinistra) consegnano l'assegno da €100.000 al direttore dele operazioni globali del Comitato Internazionale della Croce Rossa Dominik Stillhart ©UEFA via Getty Images

010 - Kevin De Bruyne è stato inserito nella Squadra dell'Anno 2017 dei lettori di UEFA.com

La UEFA ha festeggiato 11 anni di impegno a favore delle vittime delle mine anti-uomo in Afghanistan mercoledì, quando Kevin De Bruyne del Manchester City FC ha consegnato un assegno da 100.000 euro al Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC).

De Bruyne ha ricevuto l'assegno dal membro del Comitato Esecutivo UEFA e presidente della Commissione UEFA Fair Play e Responsabilità Sociale, Peter Gilliéron, e lo ha consegnato a Dominik Stillhart, direttore operazioni globali dell'ICRC, prima della gara di ritorno degli ottavi di finale di UEFA Champions League tra Manchester City e FC Basel al City of Manchester Stadium.

"Voglio ringraziare la Croce Rossa perché lavora incessantemente per aiutare le vittime delle mine antiuomo, molte delle quali sono bambini. Da diversi anni, il suo programma in Afghanistan dimostra che il calcio può fare la differenza nella vita delle persone", ha commentato il presidente UEFA Aleksander Čeferin.

"Per la UEFA è importante sostenere il calcio a tutti i livelli e mettere in risalto il contributo che dare ai processi di riabilitazione di tante persone in questa regione afflitta da problemi", ha aggiunto.

La donazione sostiene il programma di riabilitazione fisica della Croce Rossa per le vittime delle mine antiuomo e altre persone affette da disabilità in Afghanistan, fornendo arti artificiali, cure fisioterapiche, corsi di formazione e l'accesso alla squadra del centro riabilitativo. Circa un terzo dei pazienti sono bambini.

"Aiutare le persone con problemi fisici o altre difficoltà è sempre una buona causa. Noi calciatori siamo fortunati perché abbiamo tutto nella vita, quindi è bene aiutare gli altri", ha dichiarato.

Il nazionale belga è stato scelto perché è stato votato nella Squadra dell'Anno 2017 dei lettori di UEFA.com, annunciata a gennaio. Insieme al connazionale Eden Hazard, De Bruyne ha l'onore di essere il primo giocatore belga inserito nella squadra, oltre che il primo del Manchester City.

Attualmente, l'ICRC conta sei centri ortopedici per curare le vittime delle mine antiuomo in Afghanistan e offre vari programmi per aiutare i pazienti a reinserirsi nella società.

"Speriamo che i bambini, che sono circa un terzo dei pazienti dei centri riabilitativi in Afghanistan, possano trarne beneficio, mentre l'interazione con De Bruyne li aiuterà ad aumentare la loro passione e l'autostima - ha spiegato Stillhart -. La donazione sosterrà in parte la gestione quotidiana dei centri ortopedici della Croce Rossa in Afghanistan, che hanno curato circa 162.000 pazienti registrati".

Nel corso di una partnership lunga 20 anni, la UEFA ha donato circa 3,5 milioni di euro alla Croce Rossa per assistere le persone svantaggiate in tutto il mondo. Nel frattempo, oltre 8,7 milioni di voti sono stati raccolti per la Squadra dell'Anno di UEFA.com 2017. Per maggiori informazioni sul premio, visitare it.toty.uefa.com.

Foto e video:
• Foto della consegna dell'assegno
• Interviste con Kevin De Bruyne & Dominik Josef Stillhart disponibili qui: https://uefa.box.com/v/ICRCChequeHandover

In alto