#EqualGame in campo prima della finale di Europa League

Con una speciale partita a Lione, la UEFA ha festeggiato la prima edizione della campagna #EqualGame, che promuove l'inclusione, la diversità e l'accessibilità nel calcio europeo.

Giovani promesse e campioni: il calcio è per tutti
Giovani promesse e campioni: il calcio è per tutti ©Lukas Schulze

La UEFA ha festeggiato la prima edizione della campagna #EqualGame, che promuove l'inclusione, la diversità e l'accessibilità nel calcio europeo. Per l'occasione, è stata organizzata una speciale partita prima della finale di UEFA Europa League tra Marsiglia e Atlético Madrid a Lione.

Giovani promesse: Abubacarr Konta, Ljubomir Moravac, Ramutė Kartavičienė, Jane Velkovski, Zehra Badem, Liam Davis, Eddie Thomas e István Szabó
Giovani promesse: Abubacarr Konta, Ljubomir Moravac, Ramutė Kartavičienė, Jane Velkovski, Zehra Badem, Liam Davis, Eddie Thomas e István Szabó©Lukas Schulze

L'incontro, disputato presso lo UEFA Europa League Village di Place Bellecour, ha visto la partecipazione dei giovani calciatori di tutta Europa che hanno prestato il volto alla campagna di sensibilizzazione. 

A loro si sono uniti grandi nomi del calcio come Luís Figo ed Eric Abidal e due giocatrici dell'Olympique Lyonnais, Ada Hegerberg e Shanice Van De Sanden.

L'obiettivo era diffondere il messaggio principale di #EqualGame: il calcio è aperto a tutti, a prescindere da fattori come età, genere, abilità, religione, orientamento sessuale, etnia o provenienza sociale.

Ramutė Kartavičienė, Jane Velkovski, Luís Figo e Ada Hegerberg
Ramutė Kartavičienė, Jane Velkovski, Luís Figo e Ada Hegerberg©Lukas Schulze

Dal lancio di #EqualGame ad agosto 2017, i giovani hanno raccontato le loro affascinanti storie, contibuendo alla campagna multimediale voluta dalla UEFA. 

"È stato un grande piacere partecipare a questo appuntamento unico - ha commentato Figo, ex Barcellona, Real Madrid e Inter -. Condividere la gioia del calcio e promuovere la diversità e l'inclusione sono valori fondamentali di questo bellissimo sport".

Ada Hegerberg e Jane Velkovski
Ada Hegerberg e Jane Velkovski©Lukas Schulze

Ada Hegerberg ha commentato: "La partita ha dimostrato che in campo siamo tutti uguali e che il calcio deve essere accessibile a tutti, chiunque tu sia e da ovunque tu venga". 

Ramutė Kartavičienė, che ha formato una squadra di nonne in Lituania, ha segnato tre gol. "Per questa partita, però, non era importante segnare - ha dichiarato -. L'importante era giocare insieme a persone di background diversi e con varie abilità".

Luís Figo e Shanice Van De Sanden in partita
Luís Figo e Shanice Van De Sanden in partita©Lukas Schulze

"Prima di venire qui non ci conoscevamo, ma oggi mi sono fatta nuovi amici. Abbiamo una cosa in comune: l'amore per il calcio". 

In alto