Gli Ofenbach si esibiranno nella finale di UEFA Europa League

I due DJ francesi che compongono gli Ofenbach si esibiranno durante la cerimonia di apertura della finale di UEFA Europa League del 16 maggio allo Stade de Lyon.

©Lloyd Pursall

Dorian Lauduique e César de Rummel, i due DJ francesi che compongono il gruppo degli Ofenbach, sono le menti dietro ai singoli di successo 'Be Mine' e 'Katchi', che hanno raccolto centinaia di migliaia di visualizzazioni in tutto il mondo.

Il duo, che ha rilasciato l'ultimo singolo, ‘Party’, alla fine di marzo, contribuirà a creare l'atmosfera nel pre-partita della finale.

Il gruppo si esibirà in patria in quello che sarà il più importante evento calcistico che ospita la Francia da UEFA EURO 2016.

“Non vediamo davvero l'ora di prendere parte a questa festa del calcio, e di esibirci davanti a tutti i tifosi presenti allo stadio e ai milioni che seguiranno l'evento da casa", ha detto Lauduique.

I due artisti si sono conosciuti ai tempi della scuola, a Parigi, all'età di 11 anni e da allora sono diventati inseparabili. Dopo tante serate nei bar di Parigi, il duo ha trovato un nome d'arte - Ofenbach - prendendo ispirazione dal compositore francese Jacques Offenbach.

Influenzati da artisti come i Daft Punk e Stardust, i due sono famosi per i loro mix di musica deep house mescolati con pezzi di gruppi che ricordano la loro infanzia, come i Rolling Stones e Neil Young. Il loro singolo ‘Be Mine’ è Disco di Platino in Russia, Italia e Polonia, mentre ‘Katchi’ è stato visto quasi cento milioni di volte su YouTube.

“La UEFA Europa League sta sviluppando una propria identità e siamo felici di avere gli Ofenbach sul palco della cerimonia di apertura", ha detto Martin Kallen, CEO di UEFA Events SA. “È importante cercare di coinvolgere un pubblico più ampio, e in questo senso gli Ofenbach piacciono milioni di persone in tutto il mondo".

Quattro squadre di quattro nazioni europee diverse - Arsenal FC, Club Atlético de Madrid, Olympique de Marseille e Salzburg - sono ancora in corsa per la finale di maggio a Lione.

In alto