L'ex campione del mondo Ray Wilson è morto a 83 anni

Il mondo del calcio inglese rende omaggio all'ex terzino sinistro e vincitore della Coppa del Mondo FIFA, Ray Wilson, morto all'età di 83 anni.

Ray Wilson durante un allenamento con l'Inghilterra nel 1962
Ray Wilson durante un allenamento con l'Inghilterra nel 1962 ©Getty Images

Il calcio inglese è a lutto per la scomparsa di Ray Wilson, ex terzino sinistro dell'Huddersfield Town ed Everton che ha vestito la maglia dell'Inghilterra quando la sua nazione ha vinto la Coppa del Mondo FIFA del 1966 in patria.

Wilson a 31 anni è stato il più anziano calciatore della squadra di Sir Alf Ramsey che ha battuto la Germania dell'Ovest per 4-2 nella finale del Mondiale disputata a Wembley. Ha disputato tutti i minuti della fase finale e quella vittoria è stata la ciliegina sulla torta di un'indimenticabile estate per il difensore originario del Derbyshire che appena due mesi prima aveva vinto la FA Cup con l'Everton sconfiggendo in rimonta per 3-2 lo Sheffield Wednesday.

Il suo ex compagno di nazionale, Sir Bobby Charlton, ha detto: "Ray è stato un grande uomo e mancherà a tanta gente. Abbiamo condiviso momenti fantastici durante tutta la nostra carriera e io ho persino avuto il piacere di essere stato suo compagno di camera".

Convocato 63 volte dall'Inghilterra, compresa la Coppa del Mondo del 1962, Wilson ha giocato per l'Huddersfield Town dal 1952 al 1964 prima di trasferirsi all'Everton, col quale ha giocato cinque anni. In carriera ha anche vestito le maglie di Oldham Athletic e Bradford City.

La seconda carriera di Wilson dopo aver smesso col calcio è stato nel settore delle pompe funebri. Premiato con una medaglia al merito della MBE per i suoi servizi al calcio, gli era stato diagnosticato l'Alzheimer ma ha continuato ad assistere alle partite del club locale dell'Huddersfield.

L'ex attaccante e allenatore dell'Everton, Joe Royle, ha detto: "È un vincitore della Coppa del Mondo e ha giocato nell'ultima Inghilterra che ha avuto quattro o forse cinque top player, facendo parte di questi. Era il migliore nel suo ruolo all'epoca ed è stato un ragazzo speciale, sempre pronto con un sorriso e con una parola di conforto".

In alto