Marcênio e Kakà raccontano il trionfo dell'Ugra

"Abbiamo dato il massimo fino all'ultima frazione di secondo", ha dichiarato Marcênio svelando i segreti del trionfo dell'Ugra in UEFA Futsal Cup insieme al tecnico Kakà.

I festeggiamenti dell'Ugra a fine gara
I festeggiamenti dell'Ugra a fine gara ©Sportsfile
  • Kakà ha svelato i segreti dell'Ugra Yugorsk dopo il successo 4-3 contro l'Inter FS in finale
  • "Siamo venuti qui per vincere, non per un'esibizione", ha dichiarato il tecnico.
  • Marcênio, migliore in campo della finale, ha spiegato come il duro lavoro abbia permesso all'esordiente Ugra di trionfare
  • Luis Amado e Ortiz hanno analizzato le cause del mancato successo dell'Inter, ancora in cerca del quarto acuto nel torneo

Kakà, allenatore Ugra
E' stato un successo magnifico. I giocatori hanno seguito le istruzioni alla lettera. Hanno commesso degli errori, ma sono umani e non macchine. Forse il nostro non è un futsal spettacolare, ma abbiamo sfruttato al meglio le armi a nostra disposizione. Per battere l'Inter non basta buttare via il pallone, servono cuore, volontà e sacrificio. Credo che la nostra sia stata una vittoria meritata.   

Marcênio esulta dopo aver firmato il gol del 2-2
Marcênio esulta dopo aver firmato il gol del 2-2©Sportsfile

Marcênio, attaccante Ugra
Il nostro è stato un cammino difficile dall'inizio alla fine. Il girone nel turno principale è stato duro, quello nel turno elite ancora di più e abbiamo dato il massimo per battere il Kairat [detentore del trofeo]. Anche le fasi finali sono state durissime. Abbiamo dato tutto per arrivare qui e ci siamo impegnati fino all'ultima frazione di secondo per vincere. Il duro lavoro in allenamento ci ha permesso di diventare campioni d'Europa. La squadra è molto unita e sapevamo che solo attraverso lo spirito di gruppo avremmo potuto trionfare. 

L'Inter si è portata in vantaggio 2-1, ma non è bastato
L'Inter si è portata in vantaggio 2-1, ma non è bastato©Sportsfile

Luis Amado, capitano Inter
Siamo molto delusi per non aver vinto la UEFA Futsal Cup, soprattutto perché giocavamo in casa e tutto sembrava essere a nostro favore, ma siamo soddisfatti per il gioco espresso. Siamo stati l'unica squadra sempre propositiva in finale, ma la fortuna non ci ha aiutati. Abbiamo subito un paio di gol a causa di rimpalli sfavorevoli. Dobbiamo prendere i lati positivi e lasciarci il resto alle spalle. 

Guarda gli highlights della finale
Guarda gli highlights della finale

Ortiz, difensore Inter
Sono orgoglioso della squadra. Siamo sempre rimasti fedeli al nostro ideale di gioco ed è un vero peccato che la vittoria ci sia sfuggita davanti al nostro pubblico. Ma questo è lo sport, certe volte si vince, altre si perde. L'Ugra ha seguito alla perfezione il suo piano, sapeva di non poterci tenere testa tecnicamente e ha sfruttato i suoi punti di forza, concedendoci il possesso di palla e sfruttando i nostri errori. Ora siamo tutti molto delusi, ma rialzeremo la testa per provare a vincere di nuovo il campionato in modo da tornare protagonisti in questa competizione.

In alto