Il sito ufficiale del calcio europeo

Futsal, Barça sul tetto d'Europa

Nel 2012, il Barcellona aggiunge il massimo trofeo continentale di futsal alla lunga lista di successi conseguiti dal club blaugrana in numerosi sport.
di Paul Saffer
Futsal, Barça sul tetto d'Europa
I giocatori del Barcellona festeggiano con i tifosi ©Sportsfile

Futsal, Barça sul tetto d'Europa

Nel 2012, il Barcellona aggiunge il massimo trofeo continentale di futsal alla lunga lista di successi conseguiti dal club blaugrana in numerosi sport.

Dopo avere contribuito al successo della Spagna a UEFA Futsal EURO 2012 come capocannoniere del torneo, Torras conquista un altro titolo appena due mesi più tardi, realizzando il gol che regala all'FC Barcelona la sua prima UEFA utsal Cup.

Il Barcellona sbaraglia la concorrenza alla prima partecipazione raggiungendo la fase finale del torneo, che ospita a Lleida, potendo contare sul sostegno del pubblico nel cuore della Catalogna. In semifinale i Blaugrana superano una grande del futsal, lo Sporting Clube de Portugal. In finale, il gol di Torras contro l'MFK Dinamo Moskva, campione d'Europa nel 2007, fissa il punteggio, spegnendo le speranze della squadra russa che aveva da poco accorciato le distanze.

Malgrado sia all'esordio, al Barça non è certo l'esperienza a fare difetto. Torras, Gabriel e Javi Rodríguez hanno già vinto in passato il trofeo, senza contare i diversi altri calciatori della rosa, nazionali di Spagna e Brasile, vincitori della Coppa del Mondo FIFA Futsal. Senza contare che il club aveva conquistato numerosi titoli europei in molti sport, tra cui, inutile dirlo, il calcio.

Nelle due serate della fase finale, il Pavelló Barris Nord, palazzetto da 5.000 posti tutti a sedere, fa registrare il tutto esaurito. L'ambiente non risente neppure dell'uscita prematura e a sorpresa del Barcellona la settimana precedente in UEFA Champions League. Il tecnico Marc Carmona ha dichiarato: "Avevo qualche dubbio sul fatto di portare qui [a Lleida] la fase finale, ma tutto è andato per il meglio. E i tifosi ci hanno aiutato a vincere la coppa". La squadra di casa domina la finale dal momento in cui Wilde, migliore in campo, sblocca il risultato al 2', prima del 2-0 di Lin poco dopo l'intervallo.

La formazione della Dinamo comprende diversi superstiti del successo a Murcia di cinque anni prima, mentre il tecnico Faustino Pérez aveva guidato il Playas de Castellón FS, nelle cui file militava anche Rodríguez, alla conquista delle prime due Coppe Futsal UEFA nel 2002 e 2003. Non a caso i russi non si lasciano sopraffare dall'ambiente riuscendo ad accorciare le distanze a tre minuti dal termine con l'esperto Aleksandr Rakhimov. Ma con Tatù impiegato come portiere volante, Torras, innescato da Ari, bravo a tenere in gioco il pallone e a servire il compagno, si invola indisturbato verso la porta avversaria.

Per la Dinamo, assente da quando si era piazzata nelle prime quattro per il quinto anno consecutivo nel 2009 si è trattato comunque di un buon ritorno ad alti livelli. La formazione moscovita aveva raggiunto la fase finale grazie a un gol in extremis di Cirilo contro l'Iberia Star Tbilisi – il risultato migliore per l'unica squadra sempre presente nelle 11 edizioni del torneo – prima di battere la Marca Futsal con un netto 3-0 in semifinale.

L'esordiente Marca aveva eliminato i detentori del trofeo, i connazionali dell'ASD Città di Montesilvano C/5, nella fase élite, dovendosi accontentare del terzo posto grazie al successo ai calci di rigore contro lo Sporting, vice campione nel 2011, a sua volta sconfitto 5-1 in semifinale dal Barcellona. Ma il trofeo rientra comunque in Spagna, con il Barcellona che imita l'esempio del Pérez's Playas e dell'Interviú Madrid, unica squadra a vantare tre successi continentali.



Informazioni collegate

http://it.uefa.com/futsalcup/history/season=2012/index.html#futsal+barca+tetto+deuropa