Qualificazioni di settembre: che cosa abbiamo notato

Mentre il Belgio ha centrato la qualificazione matematica, Cristiano Ronaldo ha infranto altri record e Francia e Italia sono andate a corrente alternata: il riepilogo delle partite di qualificazione di settembre.

Il Belgio si è qualificato matematicamente
Il Belgio si è qualificato matematicamente ©AFP/Getty Images

Che ne pensi delle nostre scelte? Che cosa ti ha colpito di più? Di' la tua su #WCQ alla pagina @EuroQualifiers

Statistiche principali...

Squadre
Qualificate: Belgio
Maggior numero di punti: Germania, Svizzera 24 (punteggio pieno)
Imbattute: Belgio, Inghilterra, Germania, Serbia, Spagna, Svizzera, Galles
Maggior attacco: Belgio, Germania 35
Miglior difesa: Germania, Irlanda del Nord 2

Giocatori
Miglior marcatore: Cristiano Ronaldo (Portogallo) 14
Assist: Joshua Kimmich (Germania), Dries Martens (Belgio), Miralem Pjanić (Bosnia-Erzegovina) Dušan Tadić (Serbia) 7
Parate: Aldo Simoncini (San Marino) 52

Guarda la tripletta di Ronaldo
Guarda la tripletta di Ronaldo

Altri record per Cristiano Ronaldo

Con il primo gol contro le Isole Faroe, Ronaldo ha staccato Sándor Kocsis e si è portato al secondo posto nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi con una nazionale europea. Completata la tripletta, il portoghese non si è ritrovato solo davanti a Pelé con 78 gol in nazionale (e tra i primi cinque a livello mondiale), ma anche a quota 14 in queste qualificazioni: si tratta del record assoluto in un girone UEFA.

Anche Predrag Mijatović ne aveva segnati 14 con la Jugoslavia nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA 1998, ma sette erano arrivati agli spareggi. Ronaldo stacca di una lunghezza due giocatori che hanno totalizzato 13 reti nelle qualificazioni agli Europei: David Healy (2008) e Robert Lewandowski (2016).

Infine, Ronaldo è il capocannoniere europeo di tutti i tempi nelle qualificazioni mondiali (29 gol, tre in più di Andriy Shevchenko) e per numero di gol ai mondiali (fasi finali incluse) tra le squadre europee (32, tre in più di Miroslav Klose). Il giocatore del Real Madrid è a una sola lunghezza dai 50 gol realizzati in tutte le gare di qualificazione.

Guarda il successo del Belgio
Guarda il successo del Belgio

La bella settimana del Belgio...

Quando una nazionale esiste da 113 anni, le occasioni per battere i record non sono così frequenti. Giovedì, però, il Belgio ci è riuscito superando Gibilterra per 9-0 ed eguagliando il suo margine di vittoria più ampio (9-0 contro lo Zambia nel 1994 e 10-1 contro San Marino nel 2001). La squadra ha anche giocato per più di un tempo in 10 uomini per l'espulsione di Axel Witsel.

La vittoria di domenica in Grecia ha permesso al Belgio di diventare la prima (e finora unica) squadra europea ad andare in Russia, grazie al gol di Romelu Lukaku a 16' dalla fine.

La Francia travolge l'Olanda
La Francia travolge l'Olanda

...e quella strana della Francia

La serata di giovedì non poteva andare meglio per la Francia: non solo ha travolto l'Olanda per 4-0, ma la Svezia (che era davanti per differenza reti) ha perso 3-2 in Bulgaria. La qualificazione matematica era di nuovo fra le mani dei transalpini, che però non si aspettavano di pareggiare 0-0 contro il Lussemburgo domenica.

La Francia ha effettuato 32 tiri a rete contro i tre del Lussemburgo e ha avuto un possesso di palla del 74%, ma non è riuscita a battere una squadra che l'aveva fermata per l'ultima volta nel 1914 e ha visto ridursi il vantaggio sulla Svezia a un solo punto. Il Ct ospite Luc Holtz, che ha salutato l'ultimo posto grazie all'1-0 di giovedì sulla Bielorussia, ha dichiarato: "È un giorno di gloria per il calcio lussemburghese".

Guarda il gol spettacolare di Woodburn
Guarda il gol spettacolare di Woodburn

Woodburn risolve per il Galles

Dopo aver raggiunto la semifinale di UEFA EURO 2016, il Galles ha iniziato le qualificazioni mondiali sperando di tornare a una manifestazione dalla quale manca dal 1958. Dopo cinque pareggi consecutivi, si è però ritrovato a quattro punti dalle prime due nel Gruppo D. Sabato, la gara casalinga contro l'Austria è rimasta sullo 0-0 fino al 69' e neanche il rientrante Gareth Bale è riuscito a sbloccarla.

Il Ct Chris Coleman si è quindi affidato alla panchina e ha inserito il 17enne Ben Woodburn, al suo esordio. Dopo cinque minuti, l'attaccante del Liverpool ha ricevuto il suo primo pallone fuori area e ha siglato uno spettacolare gol della vittoria: solo Bale era più giovane quando ha segnato la prima rete con la maglia del Galles.

Tre giorni dopo, Woodburn ha dimostrato di non essere un fuoco di paglia, entrando dalla panchina e ispirando il gol di Hal Robson-Kanu contro la Moldavia.

La Spagna ferma la serie positiva dell'Italia
La Spagna ferma la serie positiva dell'Italia

Finisce la serie positiva dell'Italia

Il 6 settembre 2006, nelle qualificazioni per UEFA EURO 2008, l'Italia ha perso 3-1 a Saint-Denis contro la Francia, battuta meno di due mesi prima in finale di Coppa del Mondo. Gli azzurri, però, sono arrivati primi nel girone e non hanno più perso fino a sabato scorso, quando si sono arresi 3-0 contro la Spagna a Madrid.

Si è così conclusa una serie di imbattibilità durata quasi 11 anni e 56 gare di qualificazione, ma la Spagna non è da meno: dopo la vittoria di martedì sul Liechtenstein, non perde da 61 gare di qualificazione mondiale, ovvero da un 1-0 contro la Danimarca a novembre 1993.

QUATTRO PER UNO

A due giornate dalla fine, in tre gironi (A, F e I) ci sono ancora quattro squadre che possono centrare la qualificazione matematica.

Che ne pensi delle nostre scelte? Che cosa ti ha colpito di più? Di' la tua su #WCQ alla pagina @EuroQualifiers.

Ultima settimana del calcio: 5–10 ottobre